cerca

L'opportunità

Dal Superbonus al bonus mobili: le agevolazioni per la casa nel 2022

Superbonus, bonus mobili ed elettrodomestici: le novità dei bonus casa

Bonus ristrutturazione

Dalla proroga del superbonus al bonus mobili, sono numerosi i bonus casa che saranno contenuti nella Legge di Bilancio 2022. 

Sebbene non ancora pubblicata, il Governo guidato da Mario Draghi è già al lavoro nella stesura del decreto che conterrà le principali manovre economiche, fiscali e di welfare previste per il 2022. La manovra avrà un valore totale di 30 miliardi di euro: "Sulle tasse mettiamo 12 miliardi per ridurre la pressione fiscale e non 8 come si dice in giro - ha precisato il premier Draghi - Gli 8 miliardi vanno ad un intervento mirato per ridurre le imposte sulle società, sulle persone, sul cuneo fiscale e ci sono varie ipotesi di impiego di questi 8 miliardi che definiremo con il Parlamento". Tra gli interventi più attesi, nella Legge di Bilancio 2022 si prevede un primo intervento di riduzione degli oneri fiscali, il rinvio al 2023 della plastic tax e della sugar tax, il taglio dal 22% al 10% dell’Iva su prodotti assorbenti per l’igiene femminile. È previsto inoltre lo stanziamento di risorse per contenere gli oneri energetici nel 2022. In materia di politiche sociali, invece, verranno introdotte modifiche in materia di pensioni e il congedo di paternità di 10 giorni verrà reso strutturale.

Grazie ad una prima bozza in circolazione, sappiamo già però che una buona parte dei fondi verranno inoltre stanziati anche per agevolare i contribuenti italiani nelle spese per la cura e la manutenzione delle abitazioni. A meno di ulteriori interventi sul testo, nella Legge di Bilancio 2022 è prevista infatti sia la proroga del superbonus sia del bonus mobili e del bonus verde anche se con alcune modifiche rispetto all’anno precedente. 

Superbonus 110%: proroga e novità per le case unifamiliari

Sembra essere confermato, anche per il 2022, il superbonus 110% che ha già permesso a molte famiglie e condomini di intervenire in modo massiccio sulle abitazioni risparmiando notevolmente sulle spese da sostenere. Una delle notizie più attese riguarda le case indipendenti (unifamiliari): la proroga scadrà il 30 giugno 2022 ad eccezione di: 

  • abitazioni per cui la Cila (Comunicazione inizio lavori) o le comunicazioni relative a opere di demolizione e ricostruzione sono state presentate al proprio Comune entro il 30 settembre 2021;
  • prime case di proprietari con indicatore Isee inferiore a 25mila euro.

In questi casi la scadenza è fissata al 31 dicembre 2022. Continuerà invece ad essere attivo il superbonus per i condomini. La nuova scadenza è stata infatti fissata al 31 dicembre 2023. Nel 2024 non andrà a sparire ma l'aliquota si abbasserà al 70% fino ad arrivare al 65% nel 2025. Sono previste scadenze diverse, invece, per condomini che fanno parte di case popolari o cooperative edilizie: la data utile ultima è infatti il 31 dicembre 2023 ma solo se il 60% dei lavori è stato portato a termine entro il 30 giugno del 2023. 

Bonus casa: niente più cessione del credito e sconto in fattura

La grande novità del 2022 in termini di bonus casa è sicuramente l’abolizione dello sconto in fattura o della cessione del credito per tutte le agevolazioni con la sola esclusione del superbonus. Tra i nuovi interventi previsti dal Governo, segnaliamo il passaggio dal 90% del 2021 a solo il 60% del 2022 del bonus facciate. Sono stati riconfermati invece il sismabonus, il bonus verde, il bonus ristrutturazione e il bonus verde: in questo caso, la proroga è fino al 2024. Modifica sostanziale anche al bonus mobili: seppur anch’esso prorogato fino al 2024, dal 2022 il tetto massimo di spesa previsto passa dai 16 mila euro del 2021 a soli 5 mila euro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500