cerca

La decisione del Governo

Bonus 200 euro: nel decreto Aiuti Bis una nuova tornata di contributi

Il bonus 200 euro, ad ottobre, anche nelle tasche degli attuali esclusi

Bonus 200 euro

Il Consiglio dei Ministri ha varato il decreto Aiuti Bis che contiene una serie di misure pensate per alleggerire le spese dei cittadini italiani in questo periodo di crisi. Tra questi, si rinnova il bonus 200 euro anche se in forma diversa da quanto preventivato. 

Il bonus 200 euro anche agli “esclusi”

Sebbene ci si aspettasse, infatti, un nuovo bonus da 200 euro per la medesima platea che ne ha favorito a luglio, è ormai certo che ad ottobre i percettori del contributo saranno solo gli esclusi dall’attuale tornata. Con il decreto Aiuti Bis verranno quindi erogati 68 milioni di euro, 38 dei quali destinati ai lavoratori esclusi alla prima tornata e la parte restante destinata ai collaboratori sportivi che già avevano percepito l’indennità covid. 

In particolare, per “esclusi” si intendono tutti coloro che non hanno percepito il primo bonus da 200 euro di luglio poiché non in possesso del requisito di aver usufruito dello sconto dello 0,8% che, secondo la legge di bilancio 2022, spetta a chi ha una retribuzione imponibile mensile fino a 2.692 euro. Stando alla bozza resa disponibile dall’agenzia di stampa Ansa, la nuova tornata del bonus da 200 euro dovrebbe arrivare ad ottobre ma maggiori dettagli arriveranno solo con la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale. 

Le altre misure previste dal decreto Aiuti Bis

Il nuovo decreto Aiuti Bis mette in campo un totale di 17 miliardi di euro per andare incontro alle crisi, da quella energetica alla siccità, che sta attualmente affrontando il nostro Paese. In particolare, tra le misure più di rilievo il dl Aiuti Bis prevede un nuovo taglio agli oneri di sistema per l’energia elettrica e una riduzione per quelli del gas. Per quest’ultimo, inoltre, l’iva rimane del 5%. 

Misure importanti anche per quanto concerne il bonus sociale, lo sconto in bolletta di cui molte famiglie già usufruiscono (sia per le forniture di gas sia per quelle dell’energia elettrica). Durante il quarto trimestre del 2022, quindi, si amplierà la platea di aventi diritto, con l’aggiunta di vulnerabili e over 75. Per tutti gli utenti, invece, è stato introdotto il divieto per i gestori delle modifiche unilaterali del contratto in corso di validità. Sempre a tema bollette, i sistemi welfare aziendali potranno introdurre contributi per il pagamento delle utenze; nei piani welfare, inoltre, la soglia esentasse dei fringe benefit passerà a 516 euro. 

Tra gli altri provvedimenti anche un ampliamento del bonus psicologo, per il quale sono state già inviate molte più domande di quante è possibile soddisfare con quanto stanziato fino ad oggi. Verrà inoltre prorogato fino a dicembre il taglio di 30 centesimi sulle accise dei carburanti e sovvenzionato con 101 milioni in più il bonus per il trasporto pubblico locale. Sono poi previsti aiuti per le imprese agricole che abbiano riscontrato danni causati dalla siccità e infine sono stati incrementati i fondi per la sanità pubblica.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500