cerca

L'opportunità

Bonus prima casa under 36: proroga, scadenza e come funziona

Bonus per l’acquisto della prima casa per gli under 36: come funziona

Giovani prima casa

Tra le agevolazioni dedicate alle famiglie e ai più giovani, una delle principali è il bonus prima casa per under 36. Introdotto dal decreto legge n. 73/2021 soprannominato “Sostegni bis” e prorogato con la legge di bilancio 2022, è uno strumento pensato per favorire l’autonomia dei giovani con età inferiore a 36 anni. 

Come anticipato, le agevolazioni previste dal bonus casa sono previste per il solo acquisto della prima casa. In particolare, tra gli immobili ammessi al beneficio rientrano quelli classificati o classificabili nelle seguenti categorie catastali:

  • A/2 (abitazioni di tipo civile)
  • A/3 (abitazioni di tipo economico)
  • A/4 (abitazioni di tipo popolare)
  • A/5 (abitazione di tipo ultra popolare)
  • A/6 (abitazione di tipo rurale)
  • A/7 (abitazioni in villini)
  • A/11 (abitazioni e alloggi tipici dei luoghi).

Il bonus prima casa under 36 si estende anche all’acquisto delle pertinenze dell'immobile principale, classificate o classificabili nelle categorie catastali C/2 (magazzini e locali di deposito), C/6 (per esempio, rimesse e autorimesse) e C/7 (tettoie chiuse o aperte) nel limite di una pertinenza per ciascuna categoria. Il bonus non riguarda invece l’acquisto di un’abitazione appartenente alle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville) e A/9 (castelli e palazzi di eminente pregio storico e artistico).

Bonus prima casa under 36: a chi spetta, come funziona e scadenze

Entrando nel dettaglio delle agevolazioni, il bonus prima casa dedicato agli under 36 prevede:

  • per le compravendite non soggette a Iva, esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale
  • per gli acquisti soggetti a Iva, oltre all’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale, riconoscimento di un credito d’imposta di ammontare pari all’Iva corrisposta al venditore.

Tale credito d’imposta può essere:

  • portato in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito;
  • utilizzato in diminuzione delle imposte sui redditi delle persone fisiche dovute in base alla dichiarazione da presentare dopo la data dell’acquisto agevolato;
  • utilizzato in compensazione tramite modello F24, nel quale va indicato il codice tributo “6928” (istituito con la risoluzione n. 62/2021);
  • esenzione dall’imposta sostitutiva per i finanziamenti erogati per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili a uso abitativo.


I beneficiari a cui è rivolto il bonus prima casa under 36 sono i giovani che non hanno ancora compiuto i 36 anni di età nell’anno in cui l’atto è stipulato e che hanno un indicatore Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 40.000 euro annui. Il bonus si applica agli atti stipulati nel periodo compreso tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2022 grazie alla proroga di 6 mesi inclusa nella legge di bilancio 2022.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500