cerca

Lutto nel mondo dell'arte

Addio a Franco Arrigoni coinvolto nel rogo dell’ospedale di Pietra Ligure

Scultore e pittore tra i fondatori di Artes Liberales

Franco Arrigoni

Non ce l’ha fatta Franco Arrigoni, il vercellese di 94 anni coinvolto nel rogo dell’ospedale di Pietra Ligure e ricoverato da quattro giorni nella terapia intensiva del nosocomio di Savona. La morte di Franco Arrigoni ha suscitato grande cordoglio in città soprattutto nel mondo dell’arte dove era conosciutissimo. Scultore e pittore innovatore e sperimentatore, Arrigoni creava grandi opere con materiali poveri, ferro, legno e terracotta.

Nato a Balocco aveva vissuto per molti anni a Olcenengo dove, anche dopo il trasferimento a Vercelli, aveva mantenuto il suo studio – officina. Ex dipendente dell’Opn come operaio, Arrigoni da tantissimi anni partecipava attivamente alla vita artistica cittadina. Persona garbata, cordiale e riservata Arrigoni era sempre disponibile a partecipare alle varie iniziative artistiche che si svolgevano in città e non solo. A Olcenengo, paese cui ha donato diverse opere e dove gli è stata conferita la cittadinanza onoraria, Arrigoni è stato tra gli artefici di “Olcenengo Arte”, iniziativa avviata dal mai dimenticato Egidio Archero. Tra i fondatori di Artes Liberales, Arrigoni ancora pochi mesi fa era stato premiato dall’associazione presieduta da Pino Croce per la sua lunga militanza.

Da qualche tempo si era trasferito in Liguria dove viveva la figlia Stella, in gioventù affermata schermitrice.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500