cerca

Iniziativa di Atl

Vercelli: blogtour alla scoperta delle terre del riso e del vino

Si parte dal capoluogo per arrivare alla Torre delle Castelle

Vercelli, basilica Sant'Andrea

Un blogtour alla scoperta del Vercellese, dalle risaie alla collina. Anche nel 2022 l’Agenzia turistica locale Biella, Valsesia e Vercelli ha deciso di investire e collaborare con diversi esperti della comunicazione online per permettere a un pubblico sempre più vasto di scoprire le eccellenze della provincia.

La collaborazione con Giorgio e Martina, la coppia conosciuta sui social come ‘In viaggio col tubo’, nasce nell’ottica di far conoscere il Vercellese tramite una guida di viaggio, dalle chiese più simboliche al patrimonio museale e ai piatti tipici del territorio.

Nasce così un itinerario studiato su misura da Atl tra i luoghi più simbolici della provincia Vercelli; si parte dalla storia delle terre del riso fino ad esplorare le colline del Gattinara. Un viaggio di quattro giorni tra cultura, natura ed enogastronomia a riconfermare questi luoghi come un vero e proprio scrigno di meraviglie che merita di essere scoperto con lentezza.

“Vivere e scoprire il nostro territorio con occhi nuovi, ci aiuta a ricordare le meraviglie che ci circondano e che spesso diamo per scontate – spiega il presidente Pier Giorgio Fossale – come Atl stiamo cercando di impegnarci attivamente nel creare contenuti sempre nuovi e avvalerci di brillanti collaborazioni che restituiscano la bellezza dei nostri luoghi del cuore”.

Il viaggio tra le terre del riso, partito dalle chiese di Vercelli, continua alla Tenuta Colombara di Livorno Ferraris per conoscere il conservatorio della risicoltura, passeggiando tra ricordi, foto d’epoca e racconti attraverso il suo percorso museale.

Nel vicino borgo di Trino, però, il tuffo nel passato è ancora più marcato, attraverso due perle del territorio: il bosco delle Sorti della Partecipanza, testimonianza del passato paesaggistico della Pianura Padana, e il Principato di Lucedio, dove, nove secoli fa, i monaci cistercensi iniziarono a bonificare le paludi e coltivare riso. Il vero protagonista di tutto il paesaggio però è: il mare a quadretti, che riflette il cielo nell’acqua.

Salendo verso nord, si lascia il paesaggio risicolo per incontrare quello delle colline del Gattinara, con il castello di Vintebbio, nei paraggi di Serravalle Sesia. A Gattinara però il protagonista principale è il vino: per scoprire il segreto, l’odore e il sapore di uno dei vini più pregiati d’Italia, la prima tappa è sicuramente Villa Paolotti dove ha sede l’enoteca regionale di Gattinara. Infine, per concludere al meglio questo viaggio, una passeggiata fino alla Torre delle Castelle per ammirare i filari delle vigne seduti sulla panchina gigante.

La guida di viaggio è disponibile sul canale Youtube di ‘in viaggio con il tubo’ mentre brevi video e scatti di questa esperienza sono presenti sui canali social Instagram e Facebook della coppia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500