cerca

Cgil Vercelli Valsesia

Assemblee pubbliche per parlare di pace, lavoro, democrazia e giustizia sociale

Appuntamenti il 7 e il 13 giugno

Cgil bandiera

La Cgil Vercelli Valsesia aderisce al percorso di discussione e mobilitazione sui temi della pace, del lavoro, della democrazia e della giustizia sociale organizzando due assemblee pubbliche martedì 7 e lunedì 13 giugno.

"Due appuntamenti per riflettere insieme a delegate, delegati, attivisti delle leghe, studenti e associazioni presenti sul territorio, invitando anche rappresentanti delle istituzioni, dei Comuni e delle Regioni, sui tre temi che verranno portati in piazza dalla Cgil, nella grande Assemblea nazionale a Roma, il 18 giugno prossimo: pace, lavoro, democrazia e giustizia sociale", spiegano dal sindacato. Nel territorio provinciale vercellese, le due assemblee pubbliche sono previste per martedì 7 giugno alle ore 10 a Borgosesia (Largo Frascotti) e lunedì 13 giugno a Vercelli, ore 10 (in via Vittorio Veneto) e apriranno dibattito e confronto sui temi che confluiranno nella grande Assemblea romana.

"Per la Pace, la Cgil condanna fermamente l’invasione russa nei confronti dell’Ucraina. La nostra Organizzazione si è attivata per fornire aiuti umanitari e progetti di accoglienza e si è impegnata da subito contro l’invasione russa, a sostegno degli ucraini, della democrazia e del diritto all’autodeterminazione attraverso aiuti umanitari e progetti di accoglienza. Ma anche per chiedere il cessate il fuoco e costruire la pace attraverso il negoziato - sottolineano dal sindacato - Per il Lavoro e la Giustizia sociale, la Cgil chiede di investire per combattere vecchie e nuove povertà, per una società sostenibile improntata al lavoro stabile e dignitoso. Bisogna rimettere al centro il lavoro, fare della giustizia sociale il parametro delle scelte politiche e di investimento e utilizzare le risorse europee e nazionali per affrontare la transizione digitale e ambientale senza lasciare indietro nessuno. Aiutare chi ha redditi più bassi e chi è più in difficoltà: lavoratori, pensionati, precari, Partite IVA, disoccupati. Serve un netto contrasto alla precarietà, al part time involontario, al finto lavoro autonomo, al lavoro povero e sommerso, per puntare su un lavoro con pieni diritti e qualità anche nel settore pubblico".

Maggiore giustizia e sicurezza sociale hanno bisogno di investimenti nello stato sociale e nel welfare pubblico. "È necessario aumentare il finanziamento del Ssn, il rafforzamento dell’assistenza territoriale e varare una legge sulla non autosufficienza per garantire la presa in carico delle persone e la risposta ai loro bisogni da parte dei servizi pubblici - prosegue la Cgil - Bisogna garantire salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, aumentare i controlli ed eliminare le cause degli infortuni e delle morti in incidenti lavorativi. Serve un intervento deciso sulla catena degli appalti e dei subappalti rendendo effettive e esigibili la clausola sociale, il rispetto dei contratti nazionali, e la pensione anticipata per chi fa lavori usuranti e gravosi. È una esigenza del mondo del lavoro rafforzare il ruolo del Contratto Nazionale così come garantire il diritto delle lavoratrici e dei lavoratori a eleggere le Rsu in tutti i luoghi di lavoro. È giusto introdurre e regolare anche in Italia un salario minimo".

Infine, per la Democrazia, la Cgil "impegna tutte le Camere del lavoro a convocare assemblee pubbliche che a Vercelli saranno aperte a lavoratrici, lavoratori, pensionate, pensionati, a tutta la cittadinanza, invitando i rappresentanti delle istituzioni, dei Comuni e delle Regioni per avviare un percorso di discussione e mobilitazione che si concluderà con la grande Assemblea nazionale a Roma, il 18 giugno 2022".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500