cerca

Vercelli

Istituto Lombardi: educazione alla cittadinanza con “ParteciAppiamo”

La piattaforma informatica è stata creata dagli studenti

Iti Faccio

Un momento della presentazione del progetto (foto Sofia Gennaro)

Nasce tra le classi dell’I.I.S Lombardi di Vercelli il progetto di educazione alla cittadinanza e innovazione civica “ParteciAppiamo”, presentato nell’aula magna dell’Istituto G.C. Faccio venerdì 22 aprile e facente parte del “Bando CivICa – progetti di Cultura e Innovazione Civica”.

Lombardi Vc

L’iniziativa, promossa dall’Associazione di Promozione Sociale Itaca e dal Nodo provinciale di Vercelli contro le discriminazioni, insieme a Regione Piemonte, Comune di Vercelli e Ires Piemonte – Istituto Ricerche Socio Economiche, è stata realizzata con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio Vercelli e Banca d’Italia, grazie al contributo del Centro territoriale per il volontariato e ha preso avvio nel settembre 2020: «Ci siamo posti una domanda ben precisa – illustra il presidente di Itaca Gabriele Cortella – ossia “Come possiamo migliorare la partecipazione delle componenti scolastiche alla gestione dell’Istituto?”. Da qui è nato il bisogno di creare nuovi strumenti che tramite un manuale d’uso distribuito in ogni scuola d’Italia saranno resi disponibili a tutti a partire dal mese di settembre. La piattaforma informatica al momento ha ancora il nome provvisorio di “Participio Futuro” ed è stata ideata e realizzata interamente dagli studenti coadiuvati dai docenti, con l’obiettivo di supportare un lavoro di progettazione partecipata e coprogettazione al fine di migliorare la partecipazione di tutti alle istituzioni».

Provveditore

Nel percorso sono stati coinvolti l’intera comunità scolastica e i genitori, per ridare linfa vitale agli organi collegiali e costituire «vere e proprie palestre di educazione alla cittadinanza democratica – continua ancora il professor Cortella – Fra tutte le scienze e le tecnologie, quella della partecipazione alla democrazia è la meno sviluppata in assoluto, ma è solo promuovendo una cittadinanza attiva fra i giovani che si rende possibile diffondere i concetti di fiducia, rispetto, reciprocità». Hanno così preso forma tre strumenti principali: la progettazione partecipata, per far emergere le richieste e i problemi dei ragazzi in un’ottica di corresponsabilità propositiva, il bilancio partecipativo, ovvero la definizione del budget da destinare alla risoluzione delle criticità, e il Ptof (Piano Triennale di Offerta Formativa) partecipato con lo scopo di valutare quello in scadenza e progettarne uno nuovo sulla base dei suggerimenti forniti dagli studenti.

Bassignana

Questo concetto si lega al discorso della lotta alle disparità, centrale all’interno del progetto, che vuole diffondere la partecipazione in maniera egualitaria e senza alcun tipo di discriminazione: «Se io non conosco discrimino, se conosco non discrimino – dichiara Lella Bassignana, referente del Nodo provinciale contro le discriminazioni della Provincia di Vercelli – Partire dalle esigenze, dalle richieste e dalle aspettative degli studenti, significa coinvolgerli nella definizione di un Ptof in linea coi loro bisogni, costruendo un futuro di giovani consapevoli e in grado di sfruttare e valorizzare le risorse della loro scuola e del loro territorio».

«Partecipare alle attività è il modo migliore per entrare nei problemi e per capire e conoscere, divenendo cittadini consapevoli. Per questa ragione sono davvero felice di essere qui e ringrazio le associazioni e gli insegnanti per aver posto l’attenzione sul tema ed essersi mostrati così sensibili verso un argomento così attuale e di rilievo» dichiara Concetta Parafioriti della Direzione regionale del personale scolastico.

Lombardi

Dopo la presentazione dell’iniziativa tre studenti che hanno lavorato al progetto hanno preso posto in cattedra per una dimostrazione pratica del funzionamento della piattaforma, spiegando che presto sarà pronta anche l’interfaccia per smartphone, dato che ormai l’80% degli accessi al web si effettua tramite mobile.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500