cerca

Vercelli

La fagiolata del Canadà chiude il Carvè 2022

A fine maggio si recuperano le sfilate in città

Vercelli: i sapori all’insegna della tradizione popolare, nella mattinata di domenica 6 marzo, hanno sancito la chiusura degli appuntamenti del Carnevale 2022. Un’edizione, ricordiamo, decisamente accorciata per l’impossibilità, ancora vigente, di poter organizzare eventi di festosa condivisione come erano le veglie e le sfilate allegoriche. L’ultimo atto, dunque, è stata la grande fagiolata del rione Canadà allestita, come sempre, negli ampi spazi esterni del centro sportivo “Renzo Maglione” (nelle immediate vicinanze del centro commerciale “Le Grange”).

A fare gli onori di casa, ovviamente, c’erano le maschere locali, il Peru e la Rusin, Andrea Musso e Lara Monformoso, accompagnati dalle loro damigelle, Elena Di Piero e Veronica Musso. Sin dalle prime ore dell’alba un operoso team di volontari, sotto lo sguardo del presidente del Gsd Canadà, Davide Bordin, e del direttore generale del sodalizio, Piero Pastore, si è messo al lavoro con l’accensione delle caudere per la preparazione e la cottura dei fagioli e dei salamini. Un considerevole impegno, contando anche quello profuso nei giorni precedenti per tutti i vari preparativi, che è stato ampiamente ripagato dalle centinaia di vercellesi e dei paesi limitrofi che, dopo la benedizione ai pentoloni impartita da don Augusto Scavarda, si sono messe in coda per poter prendere l’antica pietanza squisitamente carnascialesca. A suggellare il clima di gioiosità è stata la visita del Bicciolano e della Bela Majin, Enrico Rampazzo e Maddalena Cardano, con un paio di majinettes, nonché con una rappresentanza di maschere degli altri rioni cittadini e di alcuni paesi facenti parte del Carvè vercellese.

Impossibile non ricordare Paolo Sala che, ancor prima di essere nominato presidente del gruppo sportivo, ha sempre dato tutto se stesso per il “suo” rione. E tornare a metter piede al “Maglione” per la fagiolata del 6 marzo scorso ha fatto sì che il pensiero e lo sguardo provassero ancora a cercarlo con il microfono in mano e con quel suo bonario sorriso per accogliere i “buongustai” che accorrevano armati di pentole e contenitori da asporto.

La positiva riuscita della fagiolata del Canadà, anche proprio in termini di partecipazione della cittadinanza, è apparsa come un segnale, una volontà di ritornare al più presto a quella normalità che sembra esser andata quasi perduta. In quest’ottica si innesta lo stesso “Comitato manifestazioni vercellesi” che, stante gli impedimenti attuali, ha già iniziato a guardare avanti con buone aspettative, vale a dire predisponendo un recupero di quanto forzatamente perduto: salvo cambiamenti, infatti, la città tornerà in festa nella serata di sabato 21 maggio per la prima sfilata dei gruppi mascherati, per poi replicare nel pomeriggio di domenica 22 maggio con un secondo corteo mascherato.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500