cerca

Lega nazionale per la difesa del Cane

Ucraina: "Sosteniamo gli animali e chi lotta per tenerli in vita"

Servono cibo, farmaci, coperte: raccolta nella sede di via Boccaccio

Ucraina animali

Emergenza Ucraina: la Lega nazionale per la difesa del Cane Animal Protection al lavoro per sostenere gli animali e le persone che stanno lottando per tenerli in vita. La Lndc è infatti è in contatto con rifugi e associazioni animaliste ucraine per spedire loro tutto ciò di cui hanno bisogno.

"A Vercelli, nella nostra sede di in via Boccaccio 1 - spiegano i volontari di Lndc, attivi al canile di Borgo Vercelli - stiamo allestendo un punto di raccolta per reperire cibo secco per cani e gatti, coperte, asciugamani, antiparassitari, disinfettanti, bendaggi, guanti monouso, pomate cicatrizzanti e antibiotiche, cotone idrofilo e quant’altro può essere necessario al primo soccorso. Vi stiamo chiedendo di scendere in campo portandoci quello che potete. Non lasciamoli soli".

La sede di via Boccaccio è aperta dalle 14,30 alle 19, dal lunedì al venerdì. Per maggiori informazioni chiamate il numero 347 9807691

"Tra le realtà ucraine con cui siamo in contatto ci sono i canili comunali e la clinica veterinaria di Kiev diretti dalla veterinaria Natasha Mazur, a cui Lndc Animal Protection sta spedendo diverse tonnellate di cibo per cani e gatti, grandi quantità di materiale medico e farmaci che ci hanno indicato come i più urgenti di cui hanno bisogno - raccontano i volontari -. Grazie alla presenza di Sedi locali in tutta Italia, nei prossimi giorni Lnc Animal Protection potrà raccogliere ulteriore cibo e medicinali da inviare nelle zone di guerra. Dai canili comunali di Kiev potrebbe anche essere possibile portare in Italia alcuni cani o gatti particolarmente bisognosi di adozione, che potrebbero essere ospitati dalle sedi Lndc Animal Protection in attesa di trovare per loro la famiglia giusta. L’uso del condizionale è d’obbligo perché non è ancora certo che spostarli da lì sia la soluzione più sicura, visti i pericoli che si corrono anche nel viaggio per uscire dall’Ucraina. Il tutto dovrà essere valutato una volta sul posto e in base all’evoluzione del conflitto armato, che speriamo cessi al più presto".

Una prima spedizione di cibo e materiale medico sta per essere inviata ai canili comunali e alla clinica veterinaria di Kiev. A breve, grazie alle sedi Lndc Animal Protection presenti in tutta Italia, verranno attivati punti di raccolta a sostegno dell’emergenza in corso. L’Associazione è inoltre pronta ad accogliere gli animali più bisognosi che avranno necessità di lasciare l’Ucraina.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500