cerca

nodo antidiscriminazioni

"La rete tra opportunità e pericoli"

Giovedì 17 febbraio seminario online su cyberbullismo

io clicco positivo

Roberto Rossi e Lella Bassignana

"In una società sempre più tecnologica, dove “la rete” gioca un ruolo determinante, non possiamo pensare di vietarne l’utilizzo ai nostri ragazzi, ma la parola chiave deve essere uso corretto, positivo e consapevole delle nuove tecnologie": è la referente del Nodo provinciale contro le discriminazioni di Vercelli Lella Bassignana a spiegare il motivo per cui è stato organizzato il seminario online “Io clicco positivo: la rete tra opportunità e pericoli”.

L’incontro, realizzato in collaborazione con la Fondazione Carolina, con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Vercelli e dell'Ufficio Scolastico, con l’intervento del sostituto procuratore Carlo Introvigne, si terrà il 17 febbraio dalle 14.30 alle 16.30. È rivolto a dirigenti scolastici, docenti e famiglie e informerà sulle opportunità e sui pericoli che i giovani incontrano navigando in rete.

Il seminario affronterà diverse tematiche quali la comprensione e il riconoscimento tempestivo dei segnali di bullismo e cyberbullismo e la promozione di un uso corretto delle applicazioni di messaggistica istantanea e dei social network. Non solo. Si parlerà delle responsabilità di cui rispondono genitori, in caso di episodi di bullismo o cyberbullismo e si rifletterà sulla vita digitale dei nostri ragazzi post periodo di quarantena.

Oltre a Introvigne che parlerà delle problematiche connesse alla responsabilità giuridica, interverranno il segretario generale della Fondazione Carolina Ivano Zoppi e la responsabile formazione adulti della Fondazione Carolina Miriam Friedenthal. Poi ancora discuteranno di cyberbullismo la professoressa ordinaria di Sociologia del dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino Anna Rosà Favretto e la professoressa associata di Pedagogia sperimentale del dipartimento di Filosofia e Scienze dell'educazione dell’Università di Torino Emanuela Maria Teresa Torre. Le professoresse presenteranno i risultati della ricerca pilota realizzata dall’Università di Torino e del Piemonte Orientale e promossa dal Consiglio regionale, sulle conseguenze del cyberbullismo negli adolescenti in pandemia che ha coinvolto 1000 studenti e 300 insegnanti.

A moderare l’incontro Bassignana. Per partecipare e ricevere il link a cui collegarsi è necessario scrivere una mail a [email protected] vercelli.it. Agli avvocati partecipanti verranno riconosciuti tre crediti formativi.

«L’Ordine degli avvocati – dichiara il presidente della Comitato Pari opportunità dell’Ordine Roberto Rossi – ringrazia per il coinvolgimento in queste iniziative attuali e importanti, che devono essere portate soprattutto nelle scuole»

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500