cerca

Alpini Sezione di Vercelli: premiazione

Lucio Roat è “l’Alpin d’la Bassa” 2021

Fa parte del gruppo di Trino. Consegnati i foulard alle madrine

Alpin d'la Bassa 2021

Da sinistra: Gian Maria Gagna, Paolo Saviolo, Valentina Mela, Piero Medri, Andrea Corsaro, Lucio Roat ed Eraldo Botta

Lucio Roat del gruppo di Trino è “l’Alpin d’la Bassa” 2021. Ieri, venerdì 19 novembre, al Piccolo Studio del chiostro del Sant’Andrea, gli è stato infatti consegnato, dal presidente Piero Medri, il riconoscimento della Sezione Alpini di Vercelli, che premia la penna nera che si è maggiormente distinta nel corso dell’anno.

A Roat, infatti, è stato assegnato l’Alpin d’la Bassa con una motivazione precisa: “Inventiva, attenzione, perseveranza e senso di appartenenza sono tutti termini che lo identificano nell’alpino e nei suoi valori, un esempio per i più giovani”.

In apertura della cerimonia si è svolta la conferenza “Essere donna, essere alpino” con relatrice il capitano Valentina Mela, comandante della 106ª Batteria del Battaglione "Saluzzo" della Brigata Alpina Taurinense: “Oggi il ruolo della donna è fondamentale nell’organizzazione – ha detto – L’inversione di rotta si è avuta dal 1963 con la Legge 66 e man mano c’è stata un’apertura per quanto riguarda la possibilità di vestire la divisa per le donne”.

Consegnati poi i foulard alle "madrine” sia della sezione sia dei singoli gruppi, che sono anche aumentati: “Da stasera sono 18 – ha detto Medri – anche il gruppo di Crescentino si è aggiunto alla Sezione di Vercelli”.

Infine, è stato consegnato il premio “Alpin d’la Bassa” alla presenza del presidente della Provincia Eraldo Botta, del sindaco Andrea Corsaro, del consigliere e del revisore nazionale di Ana rispettivamente Paolo Saviolo e Gian Domenico Ciocchetti, del direttore del periodico “Alpin d’la Bassa” Gian Maria Gagna e delle autorità locali. Cerimoniere e presentatore Fabrizio Ghisio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500