cerca

Sistema pubblico d’identità digitale

Spid di Poste italiane a pagamento, e ora? Ecco come ottenerlo gratis

Ottenere gratis lo Spid è ancora possibile, anche quello di Poste

Spid

Lo Spid di Poste Italiane è diventato davvero a pagamento? È una delle domande più gettonate degli ultimi giorni, soprattutto in vista del lancio del servizio che, dal 15 novembre, consentirà ad ogni cittadino di acquisire gratuitamente i certificati anagrafici senza recarsi allo sportello. 


Spid a pagamento? Gratis è ancora possibile

In risposta alla domanda di cui sopra, lo Spid è diventato a pagamento ma solo se si sceglie di recarsi all’ufficio postale per effettuare l’identificazione. In questo caso, a partire dall’1 novembre, il costo del servizio sarà di 12 euro; un prezzo esiguo ma che ha lasciato con l’amaro in bocca tutti coloro che ancora non sono in possesso dell’identità digitale. 


«Il servizio di attivazione delle identità digitali per Poste Italiane era previsto a pagamento dal giugno 2020 - precisano da Poste - responsabilmente l’azienda ha prolungato il periodo di gratuità proprio a causa della pandemia così come fatto per altri servizi indispensabili a favore dei cittadini sempre gratuiti, come la piattaforma per le prenotazioni dei vaccini e le consegne logistiche. Poste Italiane solo dal primo novembre si è adeguata al mercato applicando, per le nuove sottoscrizioni, un costo per le attivazioni dello spid tramite operatore». Durante il periodo di lockdown e di restrizioni più severe, Poste ha rilasciato gratuitamente oltre 15 milioni di Spid ai cittadini italiani partecipando quindi attivamente alla trasformazione digitale del Paese. 


Ottenere gratis lo Spid di Poste Italiane è comunque ancora possibile. Ma come? Andando sul sito web dedicato a PosteID basterà scegliere come metodo di identificazione uno tra: 

  • SMS su cellulare certificato di un titolare di un conto BancoPosta o di una Postepay;
  • Passaporto elettronico o carta d’identità elettronica: in questo caso sarà necessario installare sul proprio device (tablet o smartphone) l’app PosteID;
  • Bonifico: anche in questo caso sarà necessario avere l’app PosteID e seguire le istruzioni;
  • Lettore Bancoposta: servizio di identificazione dedicato a chi ha un lettore Bancoposta e una carta Postamat;
  • Carta nazionale dei servizi: in questo caso è necessario avere un lettore di smart card;
  • Firma digitale;
  • Identificazione presso sportello pubblico ( https://www.spid.gov.it/cos-e-spid/come-attivare-spid/le-pa-per-attivare-spid/ qui tutte le pubbliche amministrazioni presso cui è possibile richiederlo) e conclusione della procedura online; 

Spid: dal 15 novembre certificati anagrafici gratis online

Grazie allo Spid - Sistema pubblico d’identità digitale ogni cittadino può accedere ai servizi della pubblica amministrazione in modo semplice, veloce e autonomo da casa. A partire dal 15 novembre, inoltre, verrà attivato il servizio per scaricare online e gratuitamente i certificati:

  • anagrafico di nascita
  • anagrafico di matrimonio
  • di cittadinanza
  • di esistenza in vita
  • di residenza
  • di residenza AIRE
  • di stato civile
  • di stato di famiglia
  • di residenza in convivenza
  • di stato di famiglia AIRE
  • di stato di famiglia con rapporti di parentela
  • di stato libero
  • anagrafico di unione civile
  • di contratto di convivenza

I certificati saranno scaricabili sul sito ANPR del Ministero dell’Interno (cliccando qui) e autenticandosi tramite Spid.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500