cerca

Vercelli - Sul Podio di Slow Food

La Trattoria Paolino si aggiudica l'ambita "Chiocciola"

Fra i 1713 locali recensiti in tutta Italia solo 246 i premiati

Trattoria Paolino

Segnale di eccellenza da sempre legato a Slow Food, dopo un anno di giusta assenza dalla guida, ritornano le “Chiocciole” e Vercelli, con la Trattoria Paolino, riparte benissimo e se ne aggiudica orgogliosamente una.

Fra i 1713 locali recensiti in tutta Italia dai fidati collaboratori di patron Carlin Petrini, solo 246 sono stati premiati con l’ambito riconoscimento sinonimo di rispetto della tradizione e della tipicità e dunque del ‘mangiar bene’. Un elogio culinario assai prestigioso per la nota Osteria di piazza Cavour, con il “re della sala” Paolino che ne parla con l’emozione palpabile di chi vede un sogno avverarsi, ma non solo per se stesso ma soprattutto per la sua città. “Comprai la prima guida di Slow Food nel 1997 in Toscana – ci racconta – e lo ricordo come fosse oggi: il mio desiderio più grande era quello di comparire fra quelle pagine. Il mondo contadino, l’etica della semplicità mi ha sempre comunicato un senso di sicurezza. Di “casa”. Ed è ciò che ho sempre tentato di trasmettere anche ai miei clienti”.

I criteri per l’aggiudicazione, in sintonia con l’etica di Slow Food per quanto concerne la cucina, l’ambiente e l’accoglienza, sono stati pienamente riscontrati e per la prima volta la Condotta di Vercelli, con il suo presidente Massimo Bignardi, può fregiarsi di un locale con la “Chiocciola”. E la città intera di un altro motivo di orgoglio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500