cerca

diapsi vercelli

“AttraVERSO il lavoro - con arte”: realizzati oltre 200 prodotti

Presentato il catalogo con borse, abiti e accessori

attraverso il lavoro con arte Diapsi

“Eppure il dolore dell’anima è una malattia molto più grave della gamba rotta e della gola infiammata, le sue ferite sono assai più profonde e pericolose di quelle procurate da una pallottola o da una scheggia”: è una citazione della giornalista Oriana Fallaci. Domenica 26 settembre, al museo Borgogna, la frase è stata proiettata su schermo in occasione della presentazione del progetto “AttraVERSO il lavoro - con arte” di Diapsi Vercelli, associazione di volontariato per la promozione della salute mentale. Il suo Laboratorio Brein, insieme a quattro artisti del territorio, che si sono messi in gioco dipingendo e disegnando su materiali non convenzionali, ha dato vita a vere e proprie opere d’arte sartoriale: oltre 200 pezzi tra borse, abiti, accessori per la casa e per la persona.
Domenica è stato illustrato il catalogo: “Questo progetto – ha spiegato Lorena Chinaglia presidente di Diapsi - è nato con l’idea di unire due forme d’arte: quella artigianale e creativa del nostro laboratorio e quella pittorica e individuale degli artisti coinvolti. Tutto ciò per creare delle linee di borse d’artista e raggiungere un vero e proprio contagio culturale”.
“AttraVERSO il lavoro - con arte” ha visto appunto la partecipazione di quattro artisti e per ogni linea sono stati realizzati 50 pezzi: “La graphic designer Valentina De Luca ha utilizzato carta del caffè e pvc – ha raccontato Chinaglia -  e attraverso l’utilizzo di acrilici e pennarelli indelebili ha creato la linea ramificazioni; ad Alessandro Balliano, invece, sono stati affidati materiali quali jeans, maglina e tessuti vari di recupero e ha usato una tecnica nuova, ovvero quella della candeggina. Elisa Marmo, docente e artista ha utilizzato la juta e con gli acrilici ha rappresentato l’essenza dei tessuti – ha proseguito la presidente - Infine Daniele Statella, disegnatore e fumettista ha realizzato la linea diabolika: a lui sono stati dati tessuti di recupero, imballaggi del riso e carta del caffè”. Inoltre, ad ognuna delle quattro linee di “Borse d’artista” è stata dedicata una presentazione on-line, che è possibile vedere sul canale Youtube di Diapsi.
Da anni il Laboratorio Brein è una palestra lavorativa per persone che soffrono o hanno sofferto di un disagio psichico, aiutandole e reinserirsi nel mondo del lavoro, acquisendo o riacquisendo le capacità perdute o non possedute: “Tante volte se un dolore non si vede – ha sottolineato Chinaglia - non si riesce a comprenderlo e spesso viene frainteso. Il nostro obiettivo, invece, è quello di cercare di guardare oltre ciò che sembra, ascoltare e soprattutto accogliere”.
Il progetto “AttraVERSO il lavoro - con arte” è nato grazie alla collaborazione del settore Politiche sociali del Comune di Vercelli, dell’Asl, dell’Associazione Santa Teresa e di Formater. È stato finanziato dalle Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino e Cassa di Risparmio di Vercelli. Tra chi ha supportato Diapsi ci sono anche Bottega Miller e il Museo Borgogna.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500