cerca

Manifestazione in tutta Italia

Vercelli: "Pas -Priorità alla scuola" scende in piazza

L'appuntamento è per domenica 28 marzo alle 11

Scuola

Pas (Priorità alla scuola) Vercelli scende in piazza per la seconda volta: l'appuntamento è per domenica 28 marzo alle 11 in piazza Cavour.

"Era già stato fatto a maggio. Lo si rifà adesso. Come in altre 60 piazze di Italia anche Vercelli dice no alla chiusura delle scuole. Dice no alla Dad. Perché la scuola è un'istituzione e come tale deve essere riaperta in sicurezza. Non chiediamo solo la riapertura ma chiediamo che i nostri figli possano godere di una scuola sicura", spiegano gli organizzatori. 

Secondo Pas Vercelli "la scuola deve rimanere aperta perché non ci prove scientifiche sull’efficacia reale della chiusura. Ma chiudendole danneggiamo bimbi, ragazzi, donne, famiglie intere e generazioni future. (Fonte: Sara Gandini, epidemiologa). Vogliamo tutelare la salute a 360°, anche i disturbi alimentari, psicologici che stanno colpendo in maniera drammatica bimbi, adolescenti, adulti fanno parte della salute. Per mesi i nostri figli hanno rispettato le regole. Mascherina, gel, distanze di sicurezza. Le scuole si sono rivelate luoghi dove le regole sono state rispettate. Sono luoghi più sicuri di altri". Per questo domenica mattina alle 11 il gruppo ha deciso di manifestare in piazza Cavour. "Sarà una manifestazione pacifica e statica - fanno sapere - Non sarà una manifestazione 'contro', non sarà un ritrovo di 'negazionisti'. Sarà una manifestazione “pro” ritorno alla normalità, consapevoli che il virus esiste, ma che la vita deve continuare, da subito, prima di tutto per bambini e ragazzi. Come? Con le scuole aperte, in sicurezza. Perché i dati mostrano che la scuola non è un luogo di contagio".

La manifestazione si svolgerà in modo semplice: "Entreremo in piazza con libri, scarpe sportive e strumenti musicali o, in generale, 'artistici', a simboleggiare che la vita, prima di tutto la loro, è fatta di altro e non è soltanto muta, fiacca esistenza o sopravvivenza, che dir si voglia - proseguono da Pas Vercelli - Entriamo in piazza con i nostri figli davanti a noi, tenendo loro una mano sulla spalla, per testimoniare che ci siamo e che chiediamo alla politica di agire, prima di tutto a tutela dei giovani! Porteremo cartelloni. Manterremo le distanze di sicurezza e indosseremo le mascherine perché le regole devono essere rispettate". 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500