cerca

Le opinioni

I vercellesi su AstraZeneca: "No, non siamo tranquilli"

La maggioranza dei cittadini ha paura del vaccino anglo-svedese

AstraZeneca

Paura o comunque qualche dubbio per il vaccino AstraZeneca. Queste le sensazioni dei vercellesi dopo la sua sospensione da parte dell’Aifa avvenuta ieri (leggi qui), lunedì 15 marzo.
“Da quello che si sente abbiamo timore – spiega un uomo – Visto quello che è successo, non c’è molta fiducia. Preferirei fare un altro vaccino se ci fosse e se si potesse. Anche se Aifa dovesse dare l’ok io non farei AstraZeneca, a meno che non ci sia altra scelta”. Per alcuni qualche sospetto: “Io non saprei, dovrei fare la seconda dose – afferma una donna - C’è un po’ di paura, ma credo che gli effetti collaterali si siano verificati in percentuali basse rispetto al totale. Penso che sia successa la stessa cosa anche con il vaccino anti-influenzale, ma diciamo non sono molto tranquilla”. La maggioranza però è decisamente intimorita al solo nome del vaccino anglo-svedese: “Certo, abbiamo paura”.

Ma c’è anche chi è già prenotato per il vaccino come Maria: “Io lavoro in ospedale: mi toccherà, ma qualche dubbio mi viene. Nel caso, lo farò perché se dovessi rifiutare, magari non me ne faranno alcuno. Ci adatteremo e si spera in bene”. Anche un’altra vercellese conferma di avere paura: “Sono un’operatrice socio-sanitaria e dovrebbero chiamarmi per fare il vaccino. Se dovesse essere sbloccata la sospensione e venissi chiamata lo farò, ma preferirei che me ne somministrassero un altro”.
Ma non tutti hanno sospetti: “Adesso che hanno ritirato i lotti non ho alcun timore – precisa un uomo - Ho fiducia nei vaccini e credo che i casi con effetti collaterali siano stati bassi”. Qualcun altro invece preferisce ancora non pronunciarsi: “In generale io ho abbastanza fiducia, ma ancora non mi sono informato bene su AstraZeneca”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500