cerca

Coronavirus - appello all'Asl

L'Emporio solidale chiude per la mancata vaccinazione dei volontari

Mino Vittone: "Chiedo scusa alle 720 famiglie in difficoltà"

Vercelli Emporio della solidarietà

L'Emporio della Solidarietà in via Laviny a Vercelli

Vercelli: chiude temporaneamente l'Emporio della Solidarietà di via Laviny. Motivo? La mancata vaccinazione dei volontari addetti alla distribuzione dei generi alimentari. Venerdì 5 marzo Mino Vittone, presidente di Osver, associazione che gestisce il servizio per conto della Caritas diocesana, aveva lanciato l'appello all'Asl, paventando il rischio di chiusura seppur per un periodo limitato. 

"Con grande rammarico comunico la chiusura temporanea dell’emporio solidale - afferma Vittone oggi, martedì 9 marzo -. L’acuirsi del contagio da Covid-19 anche sul nostro territorio, mette a rischio la salute degli addetti, per la maggior parte in età compresa tra 65 e 81 anni e di conseguenza delle loro rispettive famiglie e, se in attesa dei vaccini adeguati è stato giocoforza affrontare la situazione con i mezzi disponibili, oggi, con i vaccini a disposizione, mi pare da irresponsabile continuare a chiedere a volontari di correre ulteriori rischi. Tanto più dopo aver appreso che i componenti di altre associazioni di volontariato, magari anche meno esposti dei nostri che hanno contatti settimanali con trecento-quattrocento persone/utenti, hanno ricevuto già due dosi o sono in attesa di ricevere a giorni la seconda".

La chiusura partirà da mercoledì 10 marzo e fino a cessata emergenza.

"È triste che a pagare le conseguenze di una scelta siano ancora una volta i più deboli - sottolinea il presidente di Osver - a cui chiedo perdono di cuore ed è altrettanto triste dover constatare che, nonostante le reiterate richieste all’Asl, non si siano trovate 17 dosi di vaccino per continuare un servizio necessario a una dignitosa sopravvivenza di centinaia di famiglie, 720 in tutto, in difficoltà. Ma forse il punto è proprio questo: chi non ha voce continua a non averne e magari paga le conseguenze di qualche abuso perpetrato da altri e di cui certamente non ha colpa". 

L'Emporio della Solidarietà è stato inaugurato 5 anni fa anni fa negli spazi dell'ex mattatoio di via Laviny, riqualificati nell'ambito del Piano integrato di sviluppo urbano. La sua istituzione ha rappresentato il superamento della mera distribuzione di viveri alle persone in difficoltà economica. Non più il pacco alimentare già predisposto, con pasta, scatolame e nella migliore delle ipotesi anche olio, ma la possibilità di scegliere cosa serve. Questo per dare un aiuto concreto alle famiglie, senza però privarle della dignità. Promuovendo al tempo stesso la lotta allo spreco.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500