cerca

vercelli

L'anello urbano può essere acceso

Ok dal collaudo dei 39 dispositivi di videosorveglianza in città

Anello urbano

Gli occhi elettronici sono collocati agli accessi della città

Le telecamere e tutti i loro collegamenti funzionano: l’anello urbano di videosorveglianza è pronto a entrare in funzione. Il collaudo del sistema di controllo che vigilerà sulla circolazione dei mezzi in città ha dato risposte rassicuranti, quindi ora mancano solo pochi passaggi autorizzativi per la sua accensione. Questione di poco tempo, poi tutti gli accessi a Vercelli saranno monitorati costantemente per scoprire veicoli rubati o non in regola.


«Il collaudo dei giorni scorsi ha dato esito positivo – spiega Massimo Simion (foto a destra), assessore alle Opere pubbliche – La strumentazione fa il suo lavoro, compresi i collegamenti coi monitor degli enti interessati. Tra questi, il comando della polizia municipale». Per la messa in funzione dell’impianto manca poco. «Resta da definire l’autorizzazione tra la nostra Questura e la centrale operativa della Polizia di Stato a Napoli, dopodiché si potrà procedere all’accensione – aggiunge il vicesindaco – Siamo nell’ordine di tempo di poche settimane, secondo i tempi tecnici della procedura».


L’anello è composto da 39 da occhi elettronici installati in corrispondenza di 19 varchi di accesso a Vercelli. I dispositivi sono dotati di un sistema di riconoscimento ottico dei caratteri, che permette la lettura delle targhe e l’invio dei dati al “cervellone” di Napoli tramite l’apparato centralizzato nazionale targhe e transiti, per individuare veicoli rubati oppure segnalati proprio alle forze dell'ordine, consentendo anche un potenziamento della sicurezza cittadina. Potenzialmente, con un’implementazione del sistema, le telecamere sarebbero anche in grado di far multare chi non ha pagato l'assicurazione o non ha provveduto alla revisione del veicolo. «Attraverso le targhe, le telecamere sono in grado di sintetizzare le caratteristiche di un mezzo», aggiunge Simion.

I punti i cui sono stati posizionati gli occhi elettronici sono l’ingresso al rione Cappuccini sulla strada Provinciale 4, sulla strada Provinciale 6 in zona Sifte Berti, sulla strada Provinciale 5 (ingresso cimitero), in via Trino, corso Amedeo Avogadro di Quaregna (il cui cavalcaferrovia attualmente è chiuso al traffico per motivi di sicurezza), via Nelson Mandela, via Libano, via Ettore Ara, via Giulio Sambonet, via Torino, via Campora, via Walter Manzone, via Riccardo Restano, viale Torricelli, corso Giuseppe Rigola, corso Giacomo Matteotti, corso Casale, via Carengo e via Cerallo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500