cerca

Consegnati gli attestati dal Comune

Servizio civile: un trampolino di lancio verso il mondo del lavoro

Sono 38 i giovani che hanno concluso l'anno in diversi enti cittadini

Servizio civile

La consegna degli attestati

Una porta verso il futuro e un’esperienza arricchente dal punto di vista umano oltre che professionale: questo ha offerto il Servizio Civile ai 38 giovani che hanno concluso l’anno di servizio giovedì 14 gennaio.

Attraverso una cerimonia online sono stati consegnati loro, in modo simbolico, l’attestato di fine servizio, con importanti valutazioni dei percorsi formativi frequentati nel corso dell’anno e del bilancio delle competenze svolto. Per ben 12 mesi, i giovani si sono impegnati al servizio della città e dei suoi cittadini in diversi ambiti quali gli studenti e i giovani, l’area disabilità e anziani, l’ecologia, la cultura le biblioteche e i musei, la comunicazione con i cittadini. Hanno concluso la loro attività in alcuni servizi del Comune di Vercelli e presso gli altri enti-partner per il Servizio Civile Universale tra cui Università degli Studi del Piemonte Orientale, Museo Borgogna, Ente Formativo Coverfop, Museo Leone, Museo del Tesoro del Duomo, Arcidiocesi di Vercelli, Associazione Diapsi Vercelli e Comune di Santhià.

L’esperienza è stata resa possibile in particolare grazie al responsabile Danilo Fiacconi e al dirigente Renato Bianco. “Siamo molto soddisfatti – ha evidenziato il sindaco Andrea Corsaro rivolto ai giovani - E’ un percorso importante che spero vi abbia dato soddisfazioni e procurato una grande esperienza per il futuro. Avete svolto una serie di attività che vi hanno dato l’opportunità di conoscere il mondo del lavoro – ha proseguito Corsaro - Oggi ottenete un attestato che non è solo simbolico ma anche la prova di un periodo della vostra vita che speriamo possa essere messo a frutto".

“Abbiamo lavorato molto – ha sottolineato l’assessore alle Politiche Giovanili Emanuele Pozzolo - e siamo riusciti a dispiegare, per i giovani, molte risorse. E’ un orgoglio come è stato gestito il progetto e come è stato vissuto. Sono convito – ha detto Pozzolo rivolto ai giovani - che il vostro sforzo sia stato in grado di offrivi tanto e di darvi un plus per il curriculum vitae. Il servizio civile dà un grande slancio per riscoprire la dimensione di “comunità” in senso profondo”. Si tratta di un progetto, infatti, che offre tanto ai ragazzi, alla comunità ma anche ai referenti: “Ogni anno quello che ognuno dei ragazzi lascia è prezioso, ognuno di loro è speciale e unico” ha evidenziato Claudia Raineri. Anche la referente Daniela Denaro ha sottolineato l’importanza del progetto. I ragazzi del Servizio Civile inoltre hanno ringraziato il Comune, i referenti e responsabili del progetto e i loro compagni di viaggio: per loro questa esperienza è stato un “trampolino di lancio”, un’esperienza formativa, professionale e umana molto bella.

Questi i giovani che hanno concluso il servizio: Klodiana Avdi, Verena Baroni, Federico, Battezzati, Barbara Bazzani, Aiuob Belhaimer, Nicolò Bellomo, Chiara Benasso, Chiara Berti, Luigi Bonarrigo, Carola Boscolo, Irene Buratore, Andrea Campaci, Giulia Carniglia, Sergio Castigliano, Katia Ceretti, Valentina De Luca, Chiara Diforti, Chanel Boris Djeufo Moo Zeuna, Rudel Franck Djuimo Djeugoue, Pierina Lilibeth Espinoza Cabrera, Giulia Fedrigo, Stefano Frignati, Francesco Greppi, Jacopo Guzzo, Khadija Kamali, Kevin Kola, Valentina Lazzari, Nadia Marchese, Alessandro Monfroglio, Eleonora Nitti, Sara Rocca, Silvia Sebis, Luca Serone, Silvia Stecchi, Martina Stella, Sara Terna, Andrea Torti e Silvia Trinchitella.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500