cerca

Sulla mia strada

Il "pane consacrato" polemizza con il modo consumista di vivere

Monsignor Sergio Salvini commenta il vangelo del Corpus Domini

Ostensorio Corpus Domini

"Tutti mangiarono a sazietà". (Lc 9,11-17).

La festa del Corpus Domini non è tra le più antiche.
La prima volta si celebrò a Liegi nel giugno del 1246, a seguito delle visioni di una suora ospedaliera, Giuliana di Mont-Cornillon, che desiderava rafforzare l'onore per l'Eucarestia di fronte a insorgenti polemiche contro la presenza reale di Gesù nel pane e nel vino. Diversi prodigi avvenuti nello stesso periodo, tra cui il miracolo di Bolsena con il corporale insanguinato da un'ostia spezzata da un sacerdote dubbioso, sotto gli occhi della corte pontificia che si trovava a Orvieto, convinsero Urbano IV a estendere la festa a tutta la Chiesa latina.
La festa di quest’anno affonda le radici nel miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci da parte di Gesù verso la folla, che sfama: accolti, istruiti, guariti, nutriti, folle che si erano messe a cercare e seguire il Maestro, così vengono trattate. E’ il suo stile, pienamente umano perché divino.
Nutrire il corpo, la mente, il cuore. Sanare il corpo, la mente, il cuore. Non sono surrogati che vengono offerti, ma la Sua Vita, il dono totale di sé: il suo Corpo e il Suo Sangue. E insegna ai discepoli a vivere la stessa dinamica, a farsi carico.
Il Signore Gesù donandoci il Suo Corpo e il Suo Sangue per rimanere con noi chiede a ciascuno di noi di farsi dono della Sua Presenza, farsi mano, piede, cuore!
Questo mistero sta nel cuore stesso della Chiesa, anzi, è fonte e culmine della sua stessa vita. Gesù non è presente in qualsiasi modo nell'Eucarestia, ma come pane "spezzato", ossia come uno che continua a donare la sua vita per la salvezza di tutti.
Gesù continua a "spezzarsi" per noi e a versare il suo sangue per la nostra salvezza.
Il "pane consacrato" polemizza con il nostro modo consumista di vivere, con la salvaguardia spasmodica di noi stessi e dei nostri interessi particolari; quel "pane santo" è una contestazione, silenziosa ma decisa, di un mondo ripiegato su se stesso.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500