cerca

La cerimonia

A Federica Isola e Massimo Zenga Germano il premio Panathlon 2021

Tanti i riconoscimenti nell' "edizione straordinaria"

Massimo Zenga Germano e Federica Isola

Massimo Zenga Germano, Federica Isola e Agostino Gabotti

Il termine "edizione straordinaria", si sa, sovente è giornalisticamente abusato. Non è certamente questo il caso, per quanto riguarda i Premi Panathlon 2021, da sempre gli Oscar dello Sport vercellese, che nell'occasione (giovedì sera 21 aprile 2022, salone d'onore del Modo Hotel) ha combaciato con un parterre de roi di livello nazionale e internazionale. E se il Premio Assoluto è andato ad una elegantissima Federica "Chicca" Isola, medaglia di bronzo ai giochi olimpici di Tokyo 2020 nella spada a squadre e al suo orgoglioso maestro di sempre Massimo Zenga Germano (primo esempio di coabitazione al vertice nel ricco Albo d'Oro di questo ambito riconoscimento), gli altri encomi non sono stati certamente da meno. Merito della rinnovata Commissione aggiudicatrice interna al Club, capitanata da Federico Borello. Questi i premiati(ssimi), introdotti dalla impeccabile come sempre presentatrice Raffaella Lanza: Marco Fenoglio (Scherma, una sorta di doveroso premio alla carriera per il pervicace e talentuoso mancino nipote del maestro Visconti, tornato di recente a vestire i colori della AS Pro Vercelli), Enrico Piatti (Scherma, nipote altrettanto illustre del maestro Kulcsar), Patrick Silva (promessa e già sontuosa realtà nel Baseball), la collega giornalista Samantha Profumo (inossidabile, eroica, commovente mai doma con i suoi record nella vita e nel Ciclismo), Stefano Sottile (semplicemente supersonico nell'Atletica), alla società di hockeypista Engas Hockey Vercelli (presidente Gianni Torazzo e il vice presidente Alvise Racioppi) a cui va il merito di aver fatto tornare grande questa amatissima disciplina in città), alla storica ASD Ginnastica Pro Vercelli e alla famiglia Zacconi al gran completo (nell'anno del suo 130° compleanno: seguiranno novità), ad Amedeo Bagnis (bello come il sole, che ci ha fatto sognare a Tokyo nello Skeleton ed è solo l'inizio). Nomi, atleti e risultati di livello purissimo e altissimo, come recita(va) lo slogan di una nota acqua minerale. Soprattutto cristallini, come lo sguardo di chi coniuga con costanza, passione e doti di Madre Natura (tra cui la forza di volontà e di emergere) una parte, se non completamente, la propria vita allo sport.

Il convivio, a cui hanno partecipato come festanti e premianti Autorità il Governatore del Distretto Panathlon Piemonte Vall'Aosta Maurizio Nasi, l'Assessore allo sport di Vercelli Mimmo Sabatino, il Delegato del Coni della Provincia di Vercelli Laura Musazzo e consigliere delegato all'Ambiente della Provincia di Vercelli Gian Mario Morello, è stato introdotto dalla relazione (come sempre alta e godibile) del socio dottor Piergiorgio Fossale, attuale Presidente dell'ATL Biella-Valsesia-Vercelli, che ha ricordato l'importante (e innovativo) connubio sport e turismo. Ecco dunque spiegato ai lettori il perchè ci siamo permessi di aver speso il termine "straordinario" all'inizio del pezzo: per descrivere queste ore che - ne siamo certi - rimarranno per sempre impresse nella mente di chi vi ha preso parte, non avrebbe potuto esserci accezione migliore.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500