cerca

Il commento

Pro, bisogna darsi un obiettivo: sesto posto alla portata

Un girone intero per salvare la stagione

Pro Vercelli-Trento

Foto Claudio Bellosta

È finito quindi in anticipo il 2021 della Pro Vercelli. La positività di alcuni elementi nel gruppo squadra del Lecco ha fatto decidere alla Lega di rinviare la partita, valida per la prima giornata di ritorno, in programma mercoledì 22 dicembre. È già stata scelta anche la data di recupero: sarà mercoledì 12 gennaio, tre giorni dopo il primo match del nuovo anno delle bianche casacche quando, domenica 9, ospiteranno al Piola la Pro Sesto, penultima in classifica.

La squadra di Lerda dovrà quindi disputare un intero girone nel 2022, con l’obiettivo di migliorare l’attuale posizione in classifica che, pur con una partita in meno, la vede quota 24 punti, al pari di Trento e Lecco, al decimo posto in classifica, l’ultimo disponibile per afferrare il treno playoff. Sicuramente le bianche casacche pagano l’inspiegabile involuzione avuta dopo la super partenza di agosto e settembre. Basti pensare che dei 24 punti totali, la metà sono stati conquistati nelle prime quattro partite, mentre i restanti 12 nelle altre quindici gare: in questo arco di tempo solamente la Giana Erminio, ultima in classifica, ha fatto peggio, totalizzandone 11.

Un crollo psicologico, di prestazioni e caratteriale che è culminato con l’esonero di Giuseppe Scienza dopo la sconfitta interna (la terza consecutiva) contro la Triestina. La squadra sembrava ormai un corpo estraneo e totalmente scarica e quindi la scelta di cambiare la guida tecnica, seppur non si possa trovare nell’ex mister del Monopoli l’unico vero colpevole di quella sconcertante situazione, pareva l’unica soluzione. Nelle ultime due apparizioni, quelle con Franco Lerda in panchina, i bianchi hanno dato l’impressione di essere sulla via della guarigione, nonostante ci sia ancora tanto lavoro da fare. La vittoria con il Fiorenzuola in trasferta e il pareggio che lascia l’amaro in bocca in casa con il Mantova devono essere i punti di partenza per costruire il girone di ritorno.

L’obiettivo di inizio anno, quello di essere protagonisti, è ormai una chimera, ma non tutto è da buttare: parlando concretamente per valore della rosa e posizione in classifica il traguardo che ci si potrebbe prefissare è quello del sesto posto, totalmente alla portata. Più complesso, invece, puntare a raggiungere la Triestina, in netta risalita, distante nove punti. È vero che si dovrà pensare partita per partita senza guardare la classifica, ma è anche vero che c’è da darsi un obiettivo che sembra il minimo sindacale per non definire questa stagione “da buttare”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500