cerca

Il premio

A Gianluca Saro il "Leone d'Argento Panathlon 2020-2021"

Al secondo posto Petko Hristov, al terzo Gianmario Comi

Gianluca Saro

Gianluca Saro (foto Ivan Benedetto)

Tra Leoni, spade, nuovi e vecchi soci e giochi di prestigio, chi segue con affetto e interesse le notizie sulle conviviali del Panathlon Club, sa che il termine “memorabile” spesso connota queste serate all’insegna dello sport e dei suoi valori etici. Quella di ieri sera, al Modo Hotel, non è stata da meno.

Con l’annuncio da parte del presidente Agostino Gabotti dell’atteso vincitore della XXIII edizione del “Leone d’Argento-Panathlon” assegnato  al portiere della Pro Vercelli della scorsa stagione (attualmente al Crotone, in B) Gianluca Saro, capace di staccare, grazie ai suoi 160 punti arrivati da giornalisti e fotoreporter, di 10 lunghezze il difensore (ora allo Spezia in A) Petko Hristov.  Se a Hristov sono andati 150 punti, per la terza piazza l’altrettanto incerto testa a testa tra gli ottimi, Zerbin, Comi e Awua si è risolto a favore dell’attaccante Gianmario Comi, forte di 70 punti, contro i 65 del restante duetto, fermatosi nell’onorevole quarta piazza a parimerito. Non potendo essere a Vercelli, all’emozionato ed orgoglioso Gianluca (“ringrazio tutti, Club e giornalisti che mi hanno votato: la mia parata più bella in maglia bianca? Quella dell’anno scorso contro la Pergolettese”) l’annuncio è avvenuto per via telefonica, con la promessa di una consegna di persona, non appena sarà possibile, nei primi mesi del 2022. Dal 1998 (data della prima edizione) ad oggi, l’argenteo felino “Eusebio” vanta nel suo Albo d’Oro nomi del calibro di Vives, Pigliacelli, Fabbrini, D’Agostino, Garlini, Mirabelli , Marchetti, Castagnone, Egbed i, Carrera, Tozzi Borsoi, Chiaretti (2 volte), Ranellucci, Andreini, Marconi, Valentini, Marchi (2 volte), Germano, Morra, Rosso ed ora Saro. La serata ha avuto altri momenti di eccellenza che si sono incastonati alla perfezione con lo spirito degli auguri natalizi: davanti ai soci, agli assessori comunali Mimmo Sabatino (Sport)e Gian Carlo Locarni (Edilizia e alla Protezione Civile) e alla dirigenza della Pro Vercelli Anita Angiolini(vicepresidente),  Paolo Pinciroli (ad),  Alex Casella (ds) e a mister Franco Lerda, è stato tributato uno speciale riconoscimento speciale al socio Giovanni Perinati, pa nathleta da 50 anni, l’ingresso dei nuovi soci Mirko Picca Garin e Claudio Limberti , per finire poi con lo show di livello internazionale del mago Alexander De Bastiani, in arte Shezan (esperto in giocoleria, fachirismo, teatro, magia, mimo e clown), che ha mandato in visibilio i presenti con i suoi giochi con sfere di cristallo, cerchi, corde, sino ad arrivare, tra in pochissimi in Europa al numero da vero fachiro dell’ingoio di una spada (vera) che ha lasciato tutti a bocca aperta. Del resto, il suo curriculum, in fase di presentazione da parte di Gabotti, parlava chiaro: ospite alla trasmissione Guinness World record, finalista ad Italia’s got Talent, Campione Italiano di Street Magic, vice campione italiano di magia da scena. Con l’augurio, oltre che di Buone Feste, che il prossimo anno non sia da meno di questo indimenticabile (almeno sul piano dei risultati sportivi) 2021.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500