cerca

La conferenza

Scienza: "Lavorare tanto e parlare poco"

Il mister: "Paghiamo ogni errore a un prezzo troppo alto"

Giuseppe Scienza

L'allenatore della Pro Vercelli Giuseppe Scienza

“Lavorare tanto e parlare poco”: questa la ricetta di mister Giuseppe Scienza per fare uscire la Pro Vercelli dal travagliato periodo che sta vivendo. Nel corso della conferenza stampa alla vigilia della partita con il Padova, l’allenatore delle bianche casacche ha rinnovato la fiducia nei suoi giocatori: “Dobbiamo migliorare, ma non posso criticare i miei per quello fatto in settimana. La medicina migliore è sempre lavorare tanto e parlare poco, cosa che abbiamo sempre fatto”.

Scienza sa che domani non sarà facile: “Il Padova è forte, nelle ultime partite sono cresciuti molto e giocano anche molto bene. Non sono primi ma arriveranno in fondo per giocarsi la vittoria. Non cerco alibi – continua l’allenatore - sono orgoglioso di come abbiamo lavorato in queste settimane. Poi se succedono cose come a Crema diventa difficile preparare le partite”. Inevitabile non tornare sulla brutta sconfitta della scorsa giornata con la Pergolettese: “Non c’è crisi di gioco, dopo un quarto d’ora loro perdevano già tempo. Avremmo fatto anche gol, ma ne hanno annullato uno che dopo mi sento dire dall’arbitro “Scusa ho sbagliato”. Poi siamo rimasti in 9, avevamo Masi e Macchioni infortunati in campo. Speriamo sia l’apice della sfortuna. Paghiamo tutto ad un prezzo troppo alto. Dobbiamo giocare con coraggio, si parte dal cuore. Siamo una belva ferita, dobbiamo puntare a fare male".

Una vittoria domani potrebbe garantire una boccata d’ossigeno per la Pro Vercelli, ma serve continuità: ”Non credo si possa avere sempre 5 o 6 fuori e poi trovare tutte le domeniche gli equilibri. Le due sconfitte in casa sono state paradossalmente tra le prestazioni migliori, con Sudtirol e Feralpisalò. Non riusciamo a trovare continuità e non siamo stati fortissimi mentalmente. I ragazzi sono molto uniti. Domani anche chi non giocherà dovrà dare il suo apporto. Nessuno si è mai tirato indietro”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500