cerca

Le interviste

"Senza cattiveria, mi sento responsabile. Il futuro? Chiedete alla società"

Scienza: "Dopo il gol subito non c'è stata reazione"

Beppe Scienza

Il mister della Pro Vercelli Beppe Scienza

Questa volta in sala stampa si vede solo Beppe Scienza: “Siamo partiti male – spiega il tecnico – poi abbiamo fatto una parte centrale dove abbiamo costruito qualche occasione. Nel secondo tempo abbiamo preso gol su un errore e non abbiamo avuto reazione: senza cattiverie ed energie, il gol ci ha tolto l’autostima della settimana. Ho sbagliato qualcosa. Il mio futuro? Chiedete alla società: con la società ho parlato della brutta prestazione, non di altre cose. Sono e siamo tutti arrabbiati,
esattamente come i tifosi. Amiamo questa maglia, accetto tutto ma questo secondo tempo è stato davvero troppo brutto. Il resto non mi interessa, io devo trovare soluzioni”.

L’analisi del tecnico è impietosa: “Nel primo tempo abbiamo costruito qualcosa, ma abbiamo sofferto troppo e abbiamo preso un gol evitabile. Mancavano 30 minuti, abbiamo smesso di giocare, troppo poco e troppo brutto per essere la Pro. Non voglio alibi, abbiamo fatto male e questo ci ha allontanato dalla vetta. Sono cose oggettive, non è un’opinione: siamo discontinui e stiamo facendo male. Poca roba, poca cattiveria: è un momento difficile. Oggi è la prestazione che mi da fastidio, non il risultato. Sono il responsabile e il primo ad essere addolorato. Condivido ogni vostra critica: è stato troppo brutto per essere vero questo secondo tempo. Avremmo dovuto avere una reazione nervosa, è mancata e la cosa mi da fastidio. Ripeto, il responsabile sono io, non i ragazzi. È normale che il pubblico ci desse addosso dopo il gol, ma ci aiutava anche quando facevamo qualcosa di buono: dobbiamo essere meno negativi, mi dispiace per i ragazzi. Quest’ultimo mese è stato un percorso brutto. Abbiamo avuto problematiche, è sotto l’occhio di tutti. Chiedo scusa ai tifosi”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500