cerca

Le pagelle

L'errore di Tintori indirizza il match, Clemente il migliore

Tante le insufficienze, si salva Della Morte

Clemente

Tintori: anche oggi, come domenica scorsa contro il Sud Tirol, ha gravi responsabilità sul primo gol. Che, poi, è quello che ha indirizzato entrambe le gare. (4)
Cristini: in fase difensiva gli si può rimproverare davvero poco. Sia lui che Auriletto, però, per caratteristiche tecniche, accompagnano poco o nulla l’azione in fase offensiva. (6)
Masi: siccome è al centro del progetto tecnico e tattico della difesa vercellese, quando vive un periodo di difficoltà lui è un problema per tutta la squadra. (5.5)
Auriletto: discorso simile a quanto detto per Cristini. Peraltro, non si capisce perché in questo ruolo non possa giocare Carosso. (6)
Clemente: gioca un primo tempo coraggioso, in cui prova regolarmente a saltare l’uomo. Va bene il discorso del minutaggio dei giovani, ma – forse – valeva la pena tenerlo in campo ancora un po’. (6.5)
11’ st Bruzzaniti: il suo impatto sul match è stato piuttosto anonimo. Poteva evitare il rosso nel finale per proteste. (5)
Erradi: non ha colpe specifiche, ma gioca una gara insipida. (5)
11’ st Emmanuello: forse la panchina gli ha fatto bene, perché dà qualche segnale incoraggiante. Resta francamente difficile spiegare l’involuzione in cui è precipitato dopo lo strepitoso primo tempo di Sesto San Giovanni. (6, di stima)
Awua: il rosso nel finale è troppo severo e lo lascerà fuori per una gara tosta come quella sul campo del Renate. Peccato, anche in un pomeriggio in cui non è particolarmente ispirato, ha lasciato due o tre dettagli importanti. (6)
Vitale: come interno gioca meno palloni, è meno coinvolto nel far ripartire l’azione e si vede. Prima a sinistra, poi a destra non trova mai il posto giusto. (6)
18’ st Della Morte: impatto convincente sul match: lotta, sbaglia qualcosa, ma si propone sempre con insistenza. (6.5)
Iezzi: prova alla sua maniera, da soldatino ordinato sia quando deve abbassarsi sulla linea dei tre difensori sia quando deve affondare con il cross. (6)
37’ st Rizzo: pochi scampoli nel finale. (ng)
Rolando: galleggia tra la linea di centrocampo e Comi, per la verità senza grande costrutto. (5.5)
18’ st Bunino: entra quando, avanti di due gol, la Feralpi ha buon gioco a chiudere varchi e linee di passaggio. (5.5)
Comi: gioca una gara di sacrificio, la prima vera occasione gli capita al 90’ quando manda alta la respinta su tiro di Emmanuello. (6) 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500