" />

cerca

Il commento

Percorso finora perfetto, ma serve più concretezza

Non sfruttare le occasioni con avversari di caratura maggiore può essere pericoloso

Pro Vercelli-Seregno

Più di così, finora, non si poteva chiedere. Un inizio perfetto con 9 punti in tre partite e prestazioni convincenti che hanno dimostrato la superiorità nei confronti degli avversari. Quello di domenica per la Pro Vercelli di Giuseppe Scienza sarà, di fatto, il primo test di maturità. In primo luogo perché allungare la striscia di risultati utili, specialmente in trasferta, è un segnale importante a se stessi e anche agli avversari. E poi perché la baby Juventus di Lamberto Zauli è sicuramente l’organico più completo e attrezzato incontrato in questo avvio di stagione: i bianconeri saranno pur giovani, ma hanno individualità in grado di cambiare le partite con una giocata. Per questo le bianche casacche, oltre che ripetere le prestazioni delle ultime settimane, dovranno migliorare sotto l’unico aspetto che per ora ha lasciato un po’ a desiderare: quello della concretezza. Specialmente nelle gare contro Pro Sesto e Seregno le occasioni non sfruttate dalla Pro sono state tante e i match sono rimasti in bilico fino alla fine. E questo, quando si alza il livello dell’avversario, può essere molto pericoloso.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500