cerca

Playoff Serie C

Pro Vercelli eliminata: il 2-1 premia l'Alto Adige

L'allenatore Modesto potrebbe accasarsi altrove

Comi Gianmario

Gianmario Comi, attaccante della Pro Vercelli, in area dell'Alto Adige (foto di Ivan Benedetto)

La Pro Vercelli chiude la stagione al "Druso" di Bolzano perdendo 2-1 contro l'Alto Adige nella gara di ritorno del primo turno della fase nazionale dei playoff di Serie C. Ai quarti di finale accede la formazione di Stefano Vecchi in virtù del miglior piazzamento in campionato (bianchi quarti nel girone A e altoatesini terzi nel raggruppamento B). All'andata al "Piola" la Pro si era imposta con il medesimo risultato. La compagine allenata da Francesco Modesto ha disputato un'eccellente stagione raggiungendo l'obiettivo primario della qualificazione ai playoff con larghissimo anticipo e lottando fino ad aprile per la promozione diretta in B. Il Covid-19 ha poi giocato un brutto scherzo. Ma i bianchi si sono ripresi eliminando la Juventus B nel primo turno degli spareggi e hanno conteso fino all'ultimo a un avversario molto attrezzato come l'Alto Adige il passaggio ai quarti di finale.

Mister Francesco Modesto deve rinunciare allo squalificato difensore centrale Masi, capitano della squadra. Al suo posto gioca Blaze (un esterno adattato nel terzetto a sinistra) con Auriletto a destra e Hristov centrale. Sulle corsie esterne Clemente a destra e Iezzi a sinistra. A centrocampo Awua (il giocatore più in forma della Pro Vercelli) ed Emmanuello. In avanti Rolando, Comi e Leonardo Gatto. Partono dalla panchina Zerbin, Nielsen, Della Morte e Costantino.

Al 7' attacca la Pro Vercelli. Sponda di Comi per Leo Gatto, che prova a involarsi sulla fascia sinistra ma la palla esce. Al primo tentativo l'Alto Adige passa in vantaggio. Casiraghi al 9' non viene ostacolato e calibra un cross in area per la testa di Odogwu, che non lascia scampo a Saro. Blaze però si fa sorprendere nella circostanza. I bianchi cercano di reagire, ma la manovra non è fluida e fanno anche fatica ad andare al tiro. Rolando usufruisce di due punizioni, ma non le sfrutta. E così al 30' i padroni di casa raddoppiano. L'arbitro Cosso di Reggio Calabria concede un fallo al limite dell'area per un intervento di Awua. Le immagini dimostrano chiaramente che il provvedimento del direttore di gara è sbagliato. Casiraghi batte magistralmente sopra la barriera e Saro non può far altro che guardare: 2-0. Modesto deve ridisegnare la squadra e al 41' richiama Clemente per inserire Zerbin.

Dopo l'intervallo ecco Della Morte e Costantino per Rolando e Comi (ammonito, salterà la prima sfida del prossimo campionato). Al 56' esce anche uno spento Emmanuello per Nielsen. L'Alto Adige imposta il match per gestire il doppio vantaggio. La Pro Vercelli vuole riaprire la partita, ma le trame non sono ficcanti. Ultima sostituzione per Modesto che al 71' inserisce Rizzo per un Blaze in difficoltà. Le bianche casacche tirano fuori l'orgoglio e al 79' Costantino si procura un rigore per un intervento di Emanuele Gatto. Dal dischetto va lo stesso Imperatore che fa centro. Nell'ultimo spezzone di match la Pro si gioca tutto nel tentativo di acciuffare il pareggio che vale la qualificazione. Ci provano Nielsen e Zerbin, ma i tiri purtroppo non sono efficaci. Finisce 2-1 per l'Alto Adige che continua così a sognare la Serie B dopo averla solo accarezzata durante il campionato.

La Pro Vercelli si congeda e da domani penserà a programmare la prossima stagione probabilmente con un altro allenatore visto che Francesco Modesto sembra vicino al Crotone (Serie B), mentre qualche sirena arriva pure da Verona.

Il tabellino dell'incontro (2-1).

ALTO ADIGE (modulo 4-3-2-1): Poluzzi; Morelli, Polak, Vinetot, Fabbri; Tait, E. Gatto (dall'88' Greco), Fink (dal 66' Karic); Voltan (dal 66' Rover), Casiraghi (dall'88' Beccaro); Odogwu (dal 76' Marchi). A disp. (Meneghetti, Fischnaller, Pircher, Davi, Malomo e Magnaghi). All.: Vecchi (in panchina Monza).

PRO VERCELLI (modulo 3-4-3): Saro; Auriletto, Hristov, Blaze (dal 71' Rizzo); Clemente (dal 41' Zerbin), Awua, Emmanuello (dal 56' Nielsen), Iezzi; Rolando (dal 46' Della Morte), Comi (dal 46' Costantino), L. Gatto. A disp. (Tintori, Bruzzaniti, Esposito, Erradi, Merio e Carosso). All.: Modesto.

ARBITRO: Cosso di Reggio Calabria (assistenti di linea: Dell’Olio di Molfetta e Maninetti di Lovere; quarto uomo: Pashuku di Albano Laziale).

MARCATORI: al 9' Odogwu (A), al 30' Casiraghi (A) e al 79' Costantino (rig. P).

NOTE - Ammoniti: Fink (A), Comi (P), Hristov (P), Auriletto (P), Polak (A), E. Gatto (A) e Poluzzi (A); calci d'angolo: 6 a 4 per la Pro Vercelli; recupero tempo: cinque minuti nella prima frazione di gioco e quattro minuti nella ripresa; partita giocata a porte chiuse; giornata soleggiata, terreno in discrete condizioni; prima della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria dell'ex calciatore della Juventus, dell'Inter e del Napoli Tarcisio Burgnich.

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500