" />

cerca

Successo della Granfondo

Circa 1.200 ciclisti alla "Mangia e Bevi"

Eddy (percorso lungo) e Chocol (medio) si aggiudicano la vittoria

Velo Club Vercelli

Gli atleti del Velo Club Vercelli alla partenza della "Mangia e Bevi"

E' un po' svizzera e un po' biellese la prima edizione della Granfondo Mangia e Bevi. Raphael Eddy e Michel Chocol si aggiudicano la vittoria rispettivamente nel percorso medio e nel percorso lungo. In tutto gli iscritti erano circa 1.200.

L'elvetico Eddy, classe 1990 con un passato da professionista dal 2010 al 2012, è partito con le idee chiare. Al sesto chilometro era già in fuga, mentre in cima alla salita di Crea (poco prima di metà gara) pedalava in solitario con quattro minuti di vantaggio sui primi inseguitori. Un distacco che è riuscito a conservare tale e quale fino all'arrivo in corso De Gasperi, nonostante il lungo tratto di pianura finale.

La volata per il secondo posto ha visto primeggiare Federico Pozzetto del Dipa Falasca davanti ad Alessio Gasperin del Team Mentecorpo. Tra le donne che hanno affrontato i 138 chilometri del “lungo” la vittoria è andata ad Annalisa Prato del Team Colpak Ballan, sul podio insieme a Sabrina De Marchi del Vivi-Mydoping e a Valentina Castellino del Gs Passatore.

Diverso è stato l'epilogo della Mediofondo, lunga 107 chilometri. Il biellese Chocol del Speed Wheel ha colto l'attimo giusto per scattare sul finale e precedere così di 11 secondi i dodici corridori del gruppo di testa. Dietro di lui Giacomo Giordano del Centro coordinamento ciclisti Cuneo e Leonardo Viglione dell'Srm. Tra le donne festeggia Giulia Portaluri della Rodman Azimut, che ha preceduto Federica Morano del Gs Passatore ed Elisabetta Ricco del Team bike Segrate.

La prima edizione della Mangia e Bevi costituiva la seconda prova della Coppa Piemonte, circuito di Granfondo molto noto agli appassionati di tutto il nord Italia. Anche per questo la partecipazione non ha deluso gli organizzatori della società Team One Pm, capitanati da Francesco Ravera, che in sinergia con il Comune hanno allestito un'imponente macchina organizzativa. Ora, ritirate le transenne e piegati gli striscioni, è già tempo di pensare al 2022.

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500