cerca

Lunedì la gara che vale la A

A Salerno aggredita la figlia di Grassadonia

L'ex allenatore della Pro Vercelli ora al Pescara. Lo sfogo della moglie

Grassadonia Gianluca

Gianluca Grassadonia, 48 anni, allenatore del Pescara retrocesso in Serie C

Gravissimo atto di violenza e intimidazione a Salerno, dove la figlia diciottenne di Gianluca Grassadonia, allenatore del Pescara ex trainer della Pro Vercelli, è stata aggredita sotto casa da parte di alcuni esagitati. E' un preoccupante prologo a Pescara-Salernitana di lunedì 10 maggio, partita che in caso di vittoria dei granata decreterebbe la promozione dei campani in Serie A.

E' la madre della ragazza, e coniuge del tecnico del Pescara retrocesso in C, a spiegare su Facebook la drammatica e inspiegabile escalation: "Dopo cinque giorni di minacce dirette alla nostra famiglia, quest'ultima follia è intollerabile - lo sfogo di Annabella Castagna, moglie di Grassadonia, pubblicato su La Gazzetta dello Sport - Nostra figlia è stata aggredita con spintoni e calci affinché il papà capisca... Tutto questo per una partita di calcio. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno mostrato solidarietà, ma mi sembra chiaro che ora più che mai la nostra vita continuerà lontano da Salerno", ha concluso.

La Salernitana ha definito "vergognoso" il fatto accaduto alla figlia di Grassadonia: "Un atto che infanga il nome del nostro club. Siamo vicini al mister del Pescara".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500