" />

cerca

Bianchi in netto calo

Una Pro Vercelli irriconoscibile scende al quarto posto

Il Piacenza dell'ex Scazzola passa 2-0 al "Piola" e si salva

Della Morte Matteo

Matteo Della Morte della Pro Vercelli in azione contro il Piacenza (foto di Ivan Benedetto)

Con il Piacenza la Pro Vercelli perde la terza partita consecutiva al "Piola" (Alessandria e Lecco in ordine le altre squadre "corsare") e ora è al quarto posto dietro al Renate. Nel giorno della promozione del Como in Serie B le bianche casacche registrano un tonfo contro gli emiliani dell'ex Scazzola che sono salvi a 90 minuti dal termine. Pro Vercelli irriconoscibile, al di là del Coronavirus che ha bloccato gli uomini di Modesto per diciotto giorni. Poche idee, un paio di tiri in porta e gambe che girano poco.

All'ultimo momento il tecnico dei bianchi deve ridisegnare la formazione visto che in nottato Auriletto e Gatto sono stati colpiti da un virus intestinale. Tra gli indisponibili ci sono anche i centrocampisti Nielsen e Rizzo e l'esterno Mezzoni. Davanti a Saro gioca il terzetto difensivo formato da Hristov (al rientro), Masi e Iezzi. Linea di centrocampo formata da Clemente, Awua, Emmanuello e Della Morte. In attacco il tridente Rolando-Comi-Zerbin.

Al 5' subito un'occasione per il Piacenza. Il portiere Saro non esce bene e devia male il pallone: Pedone, da pochi passi, non è cattivo sotto porta e grazia la Pro. Al 7' risponde la squadra di casa. Awua serve Zerbin, che calcia male e Stucchi blocca il pallone. Al 12' Zerbin riparte bene in contropiede: Awua serve Clemente che, di prima, porge a Zerbin che per un soffio non arriva sul pallone. Il Piacenza cresce di intensità e al 27' passa a condurre. Cesarini di testa (dopo gli sviluppi del corner) insacca nell'angolo alto e gela la Pro. Al 30' miracolo di Saro su Gonzi: Piacenza vicino al raddoppio. Al 45' grande intervento di Stucchi: Comi appoggia bene per Della Morte che calcia di sinistro trovando l'opposizione dell'estremo difensore ospite. Sul successivo corner ancora una volta la Pro con Hristov non trova lo spiraglio giusto per pareggiare.

In avvio di ripresa i bianchi cercano di pigiare sull'acceleratore. Al 53' Della Morte costringe Stucchi alla deviazione in angolo. Al 61' di nuovo Piacenza pericoloso. De Respinis colpisce benissimo di testa da pochi passi, ma Saro, d’istinto, dice di no. Poi tocca a Cesarini che, con un pregevole tocco sotto, spaventa la Pro. Al 66' bianchi in avanti. Zerbin serve splendidamente Comi che di testa schiaccia troppo il pallone mandandolo sopra la traversa. Al 66' occasionissima per la Pro Vercelli. Zerbin serve benissimo Della Morte che, da pochi passi, non trova l’impatto giusto con il pallone. Al 72' Zerbin ci prova in contropiede, ma il ospite para senza problemi. Al 75' il Piacenza raddoppia. Lamesta si smarca bene sulla destra e viene servito, salta il suo avversario e in diagonale batte Saro chiudendo la pratica. Al 78' girandola di cambi per Modesto. Escono Zerbin, Emmanuello e Rolando ed entrano al loro posto Costantino, Romairone ed Erradi. Finisce con gli emiliani che gestiscono il prezioso 2-0 ed esultano per aver centrato un traguardo che a gennaio sembrava irraggiungibile.

La Pro Vercelli in settimana sarà in ritiro a Lerici per i due match in cinque gironi in Toscana. Mercoledì 28 aprile alle ore 15 affronterà il Pontedera nel recupero della diciassettesima giornata di ritorno del girone A di Serie C e domenica 2 maggio alle 17,30 sfiderà la Carrarese nell'ultimo incontro della stagione regolare. I bianchi (61 punti) si giocano il terzo posto con Renate (a quota 62) e Lecco (60). Il Renate all'ultima ospita la Lucchese, mentre il Lecco riceve l'Albinoleffe. Gli uomini di Modesto però hanno a disposizione due partite.

Il tabellino della gara (0-2).

PRO VERCELLI (modulo 3-4-3): Saro; Hristov, Masi, Iezzi; Clemente, Awua, Emmanuello (dal 78' Erradi), Della Morte; Rolando (dal 78' Romairone), Comi, Zerbin (dal 78' Costantino). A disp. (Tintori, Scalia, Esposito, Merio e Carosso). All.: Modesto.

PIACENZA (modulo 3-5-2): Stucchi; Simonetti, Battistini, Tafa; Pedone (dal 70' Martinbianco), Corbari (dal 58' Scorza), Palma, Suljic, Gonzi; Cesarini (dal 79' Maio), De Respinis (dal 70' Lamesta). A disp. (Libertazzi, Miceli, Saputo, Babbi, Galazzi, Breganti, Visconti e Cannistrà). All.: Scazzola.

ARBITRO: Collu di Cagliari (assistenti di linea: D'Apice di Castellammare di Stabia e Grasso di Acireale; quarto uomo: Virgilio di Trapani).

MARCATORI: al 27' Cesarini (PI) e al 75' Lamesta (PI).

NOTE - Ammoniti: Iezzi (P), Masi (P), Battistini (PI), Pedone (PI) e Martinbianco (PI); recupero tempo: due minuti nella prima frazione di gioco e quattro minuti nella ripresa; partita giocata a porte chiuse; giornata soleggiata, terreno sintetico; in tribuna l'ex allenatore della Pro Vercelli e del Piacenza Maurizio Braghin.

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500