" />

cerca

Decide un autogol di Nielsen

Pro Vercelli, derby amaro. L'Alessandria torna a lottare per la B

Il d.s. dei bianchi Casella: "Il portiere Saro straordinario"

Saro Gianluca Hristov Petko

Il portiere della Pro Vercelli Saro e il difensore Hristov (foto Benedetto)

La Pro Vercelli perde l'imbattibilità dopo 15 giornate e l'Alessandria si rilancia nella lotta per la promozione diretta in B. Il posticipo della tredicesima giornata di ritorno del girone A del campionato di Serie C si chiude con il successo dei grigi al "Piola" grazie a un autogol del danese Nielsen giunto poco prima dell'intervallo. In classifica comanda sempre il Como con 59 punti (un match da recuperare) seguono i bianchi a 58, poi Alessandria a 56 e Renate a quota 55. Pure i monzesi devono recuperare un incontro.

Mister Modesto all'ultimo momento schiera a centrocampo Nielsen al posto di Emmanuello, in distinta fra i titolari. In retroguardia torna capitan Masi. Sulle corsie giocano Gatto e Iezzi e in attacco il tridente è formato da Rolando, Costantino e Zerbin. Al 2' Masi commette un'ingenuità: Arrighini ne approfitta, ma Saro chiude bene. Al 6' il tecnico dell'Alessandria Longo perde in difesa Sini per infortunio e inserisce Macchioni. I grigi sono più ispirati e al 12' potrebbero passare in vantaggio. Fallo appena dentro l'area di Auriletto su Mustacchio. Rigore concesso dall'arbitro Tremolada di Monza che prima espelle Auriletto e poi, dopo aver consultato l'assistente di linea, torna sui suoi passi estraendo il cartellino giallo anzichè quello rosso. Dal dischetto va Eusepi. Il portiere della Pro Vercelli Saro è munumentale neutralizzando il penalty e opponendosi anche alla ribattuta dello stesso Eusepi. Pericolo scampato. L'Alessandria è più tonica, il centrocampo della Pro non fa filtro. Al 28' ci prova ancora Arrighini per gli ospiti, ma il pallone finisce sull'esterno della rete. Al 43' si fa viva la squadra di casa con un tiro di Nielsen senza esito. Al 44' arriva il gol che decide il match. I grigi attaccano da destra, il cross rasoterra è intercettato in scivolata da Nielsen che purtroppo manda fuori causa Saro. Autogol. In pieno recupero il portiere delle bianche casacche compie un altro super intervento su Arrighini.

In avvio di ripresa Modesto richiama Nielsen e Auriletto per Emmanuello e Clemente. Al 49' Mustacchio, uno dei tanti ex della Pro in maglia grigia, ci prova ma il pallone si impenna e termina di poco oltre l’incrocio dei pali. Al 60' nella Pro Vercelli escono Zerbin e Rolando per Della Morte e Comi. Al 67' occasione per i padroni di casa. Gatto si inserisce benissimo sul cross di Clemente e impatta perfettamente di testa. Pisseri è straordinario e salva sulla linea. Al 70' l'Alessandria è pericolosa con lo scatenato Arrighini: sfera in angolo dopo una deviazione. E intanto per cambiare al 73' c'è l'ennesima paratona di Saro. Al 78' Pro Vercelli in avanti. Occasione per Costantino di testa dopo uno splendido cross di Della Morte. La torsione è perfetta, ma il colpo di testa non è preciso. All'85' ci prova Emmanuello da lontanissimo. Il pallone termina di un soffio a lato. Le bianche casacche tentano il tutto per tutto e al 94' Della Morte potrebbe pareggiare, ma il bravo Pisseri dice di no. Saro e Pisseri sono sicuramente i due migliori portieri di questo campionato. Finisce 1-0 per la compagine di Moreno Longo.

La Pro Vercelli tornerà in campo domenica 28 marzo alle ore 15 sul campo del fanalino di coda Livorno. Mister Modesto dovrà rinunciare al difensore bulgaro Hristov, impegnato con la Nazionale alle qualificazioni per i Mondiali del 2022, e all'esterno Gatto che sarà squalificato per somma di ammonizioni.

"Nel primo tempo nettamente meglio l'Alessandria - ha detto al termine del match il d.s. della Pro Vercelli Alex Casella - Ci ha tenuto in partita il portiere Saro, che ancora una volta è stato straordinario. Nella ripresa abbiamo cercato di mettere in difficoltà i grigi e in alcune circostanze ci siamo riusciti. Direi che siamo cresciuti rispetto alla parte iniziale della gara. Dimentichiamo in fretta questa sconfitta che arriva dopo 15 giornate e concentriamoci per Livorno. Stiamo vicini a questi ragazzi che ci stanno regalando una grande stagione. Possiamo disputare un bel finale. Siamo lì nel gruppo di testa con le altre a sei turni dal termine della regular season".

Il tabellino della gara (0-1).

PRO VERCELLI (modulo 3-4-3): Saro; Hristov, Masi, Auriletto (dal 46' Clemente); Gatto, Nielsen (dal 46' Emmanuello), Awua, Iezzi; Rolando (dal 60' Comi), Costantino, Zerbin (dal 60' Della Morte). A disp. (Tintori, Scalia, Romairone, Esposito, Erradi, Merio, Carosso e Mezzoni). All.: Modesto.

ALESSANDRIA (modulo 3-5-2): Pisseri; Bellodi (dall'80' Cosenza), Di Gennaro, Sini (dall'8' Macchioni e dal 54' Mora); Parodi, Casarini, Bruccini, Mustacchio (dal 54' Corazza), Celia; Eusepi (dall'80' Chiarello), Arrighini. A disp. (Crisanto, Di Quinzio, Gazzi, Crosta, Giorno, Rubin e Stanco). All.: Longo.

ARBITRO: Tremolada di Monza (assistenti di linea: Barone e Rinaldi di Roma; quarto uomo: Longo di Cuneo).

MARCATORE: al 44' Nielsen (aut. A).

NOTE - Ammoniti: Auriletto (P), Gatto (P), Macchioni (A), Bellodi (A), Awua (P), Clemente (P), Casarini (A) e Masi (P); calci d'angolo: 10 a 3 per la Pro Vercelli; recupero tempo: tre minuti nella prima frazione di gioco e quattro minuti nella ripresa; partita giocata a porte chiuse; serata fresca, terreno sintetico; in tribuna l'ex presidente della Pro Vercelli Massimo Secondo.

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500