" />

cerca

Le pagelle dei bianchi

Pro Vercelli: Auriletto impeccabile

Clemente, Awua e Rolando in panne

Auriletto Simone

Simone Auriletto della Pro Vercelli nel duello con Udoh dell'Olbia (foto Benedetto)

SARO: lassù qualcuno lo ama, o, almeno, gli vuole bene, visto che Biancu (al 49') e Altare (8al 53') lo graziano. Meglio così, la sua imbattibilità ormai dura dal gol di Lanini a Novara: sei "clean sheet" e 615 minuti (6,5).

PARODI: buona la prima! Non è Hristov per le proiezioni offensive, ma di sicuro, contro un cliente ostico come l’ex Ragatzu, dimostra di essere un giocatore affidabile (6,5).

MASI: un paio di sbavature di poco conto e tanta sostanza per una gara più complicata di quel che si potesse immaginare (6,5).

AURILETTO: semplicemente perfetto. Prestazione impeccabile al cospetto di uno tosto e spigoloso come Udoh (7).

CLEMENTE: dopo la partita strepitosa contro la Juventus B, più che la forza gli manca un pizzico di lucidità al momento di scegliere la soluzione migliore (5,5). GATTO: prima a destra, poi a sinistra prova a portare il suo contributo (6).

AWUA: buon primo tempo, ma a inizio ripresa è uno di quelli che si dimentica di rientrare. Quando sbaglia una giocata in uscita, per lui arriva il momento del cambio (5,5). NIELSEN: ordinato e quadrato, sbaglia poco, come suo solito (6).

EMMANUELLO: ci prova e ci riprova con il tiro da fuori. Anche perché partite del genere si risolvono soprattutto con giocate individuali (6,5).

IEZZI: resta a galla anche quando la cifra agonistica del match non è propriamente adatta alle sue qualità (6). MEZZONI: impatto così così sulla gara. Vorrebbe lasciare il segno, ma finisce per sbagliare anche un paio di palloni facili (5,5).

ROLANDO: questa volta gli manca il guizzo con cui, di solito, riesce a fare la differenza (5,5). DELLA MORTE: porta vivacità e freschezza con cui prova a scardinare un Olbia che, nei minuti finali, era sempre più arroccato (6,5).

COSTANTINO: un’oretta giocata con grande fisicità e un diagonale troppo largo (6). COMI: anche lui finisce imprigionato nella morsa di Altare ed Emerson (6).

ZERBIN: ormai è sin troppo evidente che la categoria gli stia stretta. Gara di qualità al servizio della squadra (6,5).

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500