cerca

Istituto comprensivo Lanino - Vercelli

Il futuro nelle nostre mani: dall'ascolto, alla condivisione alla pace

Una settimana dedicata all'educazione civica

Si è conclusa venerdì 27 maggio, in tutti e sette i plessi dell'Istituto Comprensivo "Lanino" di Vercelli (scuole dell'infanzia Alciati, Andersen, Castelli, Korczak, scuole primarie Gozzano e Bertinetti, scuola media Pertini) una settimana dedicata all'ed. civica (23-24-25-26-27 maggio), ideata e organizzata dalla referente di ed. civica, professoressa Manuela Naso, dalla dirigente scolastica Annarosa Rongoni e da tutti i docenti dei plessi. Si tratta della seconda edizione dell'iniziativa, che porta il titolo "Il futuro nelle nostre mani". Il sottotitolo di quest'anno porta l'attenzione su questi temi: "Ascolto, Condivisione, Empatia, Accoglienza, Pace".

"Sono parole importanti, su cui occorre riflettere: se ascoltiamo gli altri, i loro bisogni, le loro richieste, se pratichiamo la condivisione, evitando egoismi e individualismi, se proviamo empatia (dal greco "soffrire dentro gli altri"), cioè ci mettiamo nei panni altrui, provando le medesime sensazioni, se accogliamo chi arriva, allora avremo costruito le basi per una pace vera, che non sarà solo assenza di guerra, ma sarà tranquillità d'animo e serenità, sarà calma e pazienza, uniche condizioni nelle quali si può creare il bene". 

La settimana del futuro, così come la chiamano gli studenti, è un momento di crescita formativa per alunni e docenti, in cui i ragazzi allo stesso tempo sono insegnanti e allievi, spiegano ai compagni delle altre classi e a loro volta imparano dagli altri le tematiche di ed. civica affrontate nell'anno; in particolare gli ultimi mesi di preparazione a questo evento sono stati mesi di costruzione, di sperimentazione, di vera officina della mente e dei corpi.

La settimana si è svolta nelle ampie pertinenze esterne dei vari plessi, con gazebo e stand. Nei vari stand le classi, a seconda della loro età e del loro percorso didattico, hanno recitato, hanno creato cartelloni e prodotti, cantato, ballato. I temi sono stati tantissimi, essendo coinvolti oltre mille studenti: ambiente, riciclo, legalità, costituzione, pace, tematiche di genere, antirazzismo, mafia, ma anche tematiche legate alla letteratura, al teatro, alla storia, nell'ottica della trasversalità che caratterizza l'ed. civica, quindi il ruolo della donna da Dante ai giorni nostri, il ruolo delle leggi a partire dalla tragedia greca "Antigone" e, per i più piccoli, laboratori esperienziali su ambiente, pace e costituzione. Sono solo alcuni tra i tantissimi temi affrontati.

La settimana ha avuto inizio il 23 maggio, Giornata della Legalità, nel trentesimo anniversario dell'uccisione del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie e della sua scorta. Non sono mancati momenti di ricordo e riflessione. Insomma, una didattica nell'esperienza che ha permesso di apprendere divertendosi all'aria aperta.

Hanno arricchito le giornate gli interventi di oltre cinquanta esperti esterni afferenti a campi molto diversi: medici, persone impegnate nel sociale, giornalisti, forestali, musicisti, artisti e molti altri. In particolare, l'istituto ha ricevuto il patrocinio di Unicef, di Amnesty, di Anpi Vercelli. Tra gli ospiti ricordiamo la graditissima visita di Adelmo Cervi, che ha tramandato la memoria della sua famiglia, vittima della violenza fascista. Inoltre, sono stati alla scuola "Pertini" i funzionari della Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Torino, per parlare del concetto di rifugiati e di protezione dei profughi; una volontaria di Emergency; un volontario di Amnesty; un volontario di "Libera", i guardaparco dell'Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore; Arpa Vercelli; risicoltori biologici, l'Associazione di Irrigazione all’Ovest del Sesia; Iren Vercelli; professori universitari dall'Italia e dall'estero; scrittori, attori di teatro, burattinai; sono stati presenti anche esperti collegati online da lontano, quali i docenti dell'istituto "Maresca" di Locri, un esperto di restauro dal Messico, un esperto di meditazione da Perugia. Ha concluso questa settimana intensa ma apprezzatissima da grandi e piccini la performance della band di Istituto, la "Pertini Band", in cui i ragazzi hanno cantato con i loro docenti, sui temi della pace e della legalità. "La prima edizione di questa iniziativa - dice la prof.ssa Manuela Naso, referente d'ed. civica dell'Istituto - l'anno scorso, ci ha visti selezionati dall'Ufficio Scolastico Regionale di Torino come una delle dieci esperienze più significative del Piemonte per l'ed. civica. Quest'anno abbiamo dunque pensato di replicare l'esperienza, arricchendola ancora con ulteriori esperti esterni e prevedendo le visite degli studenti tra i diversi ordini di scuola. La scuola che apre le braccia al mondo e spalanca gli orizzonti dei bambini e degli adolescenti. Un grazie speciale ai miei colleghi e alla dirigente, ma soprattutto ai ragazzi che con entusiasmo ormai 'aspettano la settimana del futuro' e lavorano con gioiosa collaborazione per prepararla". 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500