" />

cerca

Istituto professionale Lanino - Vercelli

Varcando il portale dell'antica basilica di S Maria Maggiore

Concorso Museo Leone: tra immaginazione e documenti

Istituto professionale Lanino

Durante il periodo più duro dell’emergenza Covid di quest’anno scolastico, quando la Dad imperversava al cento per cento nelle scuole, noi ragazze della 3dell’Istituto Professionale “Lanino” abbiamo trovato una via di fuga, un mezzo per evadere e uscire… senza incorrere in multe o in rischi di contagio. Il mezzo che abbiamo utilizzato è il più antico e sicuro di sempre: l’immaginazione per un viaggio nel passato! L’occasione si è presentata grazie al concorso creativo “Verso mondi da inventare.
Varcando le soglie del tempo”, proposto dai Servizi Educativi del Museo Leone di Vercelli. E ora, a fine anno scolastico, il viaggio si è concluso con una meta insperata: il primo posto! Il concorso richiedeva a noi studenti l’elaborazione di un racconto, ambientato in un’epoca storica da visitare “varcando la soglia” di uno dei portali suggeriti dal museo.

Lo spunto da noi prescelto è stato il portale di Santa Maria Maggiore, attraverso il quale siamo entrate nel tempo del Medioevo a Vercelli. Ci ha affascinato scoprire la storia di questo portale “miracolosamente” salvato dopo l’abbattimento della chiesa di Santa Maria Maggiore nel 1776 e attualmente conservato nel giardino di Palazzo Gattinara; mentre un calco del portale e alcuni mirabili frammenti dei mosaici pavimentali della basilica sono esposti al Museo Leone.

Varcando il portale, ci è sembrato davvero di entrare in Santa Maria e di incontrare una folla di uomini e donne in preghiera o in confessione, con i tormenti e le avversità del loro tempo e noi abbiamo cercato di “ascoltare” quelle confessioni. Per farlo è stato necessario leggere e documentarci su alcune fonti che ci ha fornito la nostra insegnante, prof.ssa Assunta Grasso; inoltre abbiamo tratto informazioni utili dal saggio della professoressa Sabrina Campisi, Giovanni Antonio Ranza e l’antica basilica di S. Maria Maggiore di Vercelli.

Tra i vari documenti abbiamo consultato anche il catalogo della mostra “Vercelli medievale” aperta per pochi giorni a inizio Novembre e poi costretta a chiudere per la nuova ondata pandemica (ora di nuovo disponibile, per fortuna). Dopo la preparazione storica sono iniziati frequenti incontri sulle piattaforme della rete per progettare e scrivere il nostro racconto.
Abbiamo scelto personaggi con nomi presi a prestito dai romanzi cortesi medievali e una storia d’amore impossibile (a noi ragazze piacciono tanto!); abbiamo quindi collocato la vicenda nella Vercelli del Trecento, con le lotte tra le famiglie più potenti
e l’incombere tragico della peste, sullo scenario della splendida Santa Maria Maggiore.

Il titolo, non molto originale, ma adatto, è diventato “Il segreto del portale”. Ci ha gratificato la valutazione del giudice Danilo Zagaria e ci fa piacere ritrovare ora il racconto in lettura sulla sezione didattica del sito del Museo Leone che ringraziamo per questa utile iniziativa, perchè ci ha consentito di conoscere meglio alcuni preziosi reperti custoditi nel museo, ci ha permesso di immergerci nel passato della nostra città e ci ha aiutato ad affrontare, attraverso la forza terapeutica della scrittura creativa, il difficile periodo dell’emergenza Covid.

La classe 3 a ssas dell’Istituto Professionale “Lanino”

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500