" />

cerca

lupo bianco

Gli alunni ringraziano Carlo Olmo

Canti, disegni e biglietti dai bimbi del Comprensivo Ferraris

Carlo Olmo al Comprensivo Ferraris

“Poi pensò Carlo la vita è una gran ruota, ho perso tutto e tanto ho ritrovato: è giunta l’ora di restituire e con il lupo l’avventura incominciò”. È una strofa della canzone che i bimbi della classe 1 ͣ B della scuola primaria “Galileo Ferraris”, insieme alle loro maestre, hanno scritto e cantato per Carlo Olmo. Mercoledì 26 maggio, il filantropo infatti ha fatto visita a tre scuole dell’Istituto comprensivo Ferraris di Vercelli e ha donato a ogni bambino il libro “Ululì e il segreto del Lupo Bianco”. È stato accolto tra disegni, sorrisi, applausi e tanti biglietti.

“Carlo sei un grande viaggiatore hai lavorato tante ore, contro il virus con la Cina hai collaborato. Noi tutti ti ringraziamo e spesso ti pensiamo. Grazie davvero gentile vercellese, sei un vero lupo forte e cortese” si legge, invece, in una poesia della 2 ͣ C della primaria Ferraris. Il filantropo da sempre impegnato nel campo della solidarietà, durante la pandemia è infatti riuscito a recuperare e donare 160 mila tra mascherine e dpi che ha poi distribuito gratuitamente alla popolazione, ai medici, agli infermieri e alle case di riposo.

La 2 ͣ B della Rodari ha realizzato invece un biglietto pop-up con il disegno di un lupo bianco in rilievo e le firme di tutti i bambini. E la classe 1 ͣ C Rodari ha creato l’acrostico di Lupo Bianco: “lancia ululati possenti ovunque bianca innocente anima nessuna crudele azione o cattiveria le appartiene”. E, ancora, molte altre classi, tra cui le sezioni della Collodi Bis, hanno creato dei cartelloni di ringraziamenti per il filantropo.

“In una girandola di applausi e stupore – scrive Olmo sulla sua pagina Facebook - i bambini hanno chiesto autografi, hanno ascoltato attentamente la storia del Lupo Bianco e del Cavalierato, mi hanno donato letterine, scacciapensieri, disegni e persino una splendida e toccante canzone e tanto sconfinato affetto e riconoscenza. Ma soprattutto gli sguardi, i sorrisi senza i filtri della mente o della paura, limpidi e cristallini che ricevono e trasmettono solo amore”.

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500