cerca

L'iniziativa

"Il futuro nelle nostre mani" al Comprensivo Lanino

Gli studenti hanno presentato i loro progetti di Educazione civica

Comprensivo Lanino

Gli studenti della Pertini col burattinaio Niemen

"'Il futuro nelle nostre mani’: l’iniziativa è stata chiamata così per una questione di speranza e per regalare ai ragazzi apertura verso il mondo". Così Manuela Naso, referente di educazione civica dell’Istituto comprensivo Lanino ha presentato l’evento conclusivo di questa disciplina recentemente introdotta nei curricoli di studio di tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Comprensivo Lanino

L’iniziativa è stata organizzata all'aperto in occasione della giornata mondiale Unesco della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo. Così, in tutti i plessi dell’istituto (scuole primarie Bertinetti e Gozzano, scuole dell'infanzia Alciati, Andersen, Castelli e Korczak e scuola secondaria I grado Pertini) dal 17 al 21 maggio sono stati realizzati degli “stand” da parte dei ragazzi, che sono diventati insegnanti per qualche giorno. Infatti, nell’ambito della modalità “peer to peer” tutte le classi, in ampi spazi all’aperto, hanno trattato diverse tematiche. Tra queste la discriminazione, diritti dei bambini, ruolo della donna, biodiversità e graffitismo urbano. Inoltre, oltre 40 esperti sono stati ospitati nei vari plessi: specialisti di Unicef, Amnesty International, Emergency, Croce Rossa Italiana, Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino, Ufficio Biodiversità della Provincia di Vercelli, medici, apicoltori, nutrizionisti, psicologi, scrittori, attori, il burattinaio Niemen e il direttore della Rai (in collegamento online).

Comprensivo Lanino

La classe 3F della scuola Pertini ha trattato la parità di genere: “Abbiamo fatto un cartellone – spiegano alcune ragazze - sagomando due nostri compagni: un maschio e una femmina. Poi abbiamo scambiato i colori che di solito contraddistinguono i due generi: il disegno della ragazza è stato fatto di blu e quello del ragazzo di rosa. Con l’aiuto della professoressa Angela Feraco abbiamo costruito il cartellone con gli appositi materiali e abbiamo creato anche un copione dove vengono citate alcune frasi e stereotipi che vengono utilizzate nella quotidianità, ma che risultano molto offensivi e mettono a disagio. Abbiamo inoltre trattato la parità di genere tra uomo e donna”. Sull'ultimo tema si sono cimentati anche i ragazzi della 3E e della 3B con la professoressa Maria Maddalena Dellarole della Pertini: “Gli studenti – evidenzia Naso – hanno fatto una sorta di rappresentazione teatrale che hanno intitolato ‘Io l’otto sempre’, riprendendo la tematica dell’identità di genere e concentrandosi sui pregiudizi sulle donne. Sono partiti dal personaggio della monaca di Monza e quindi la monacazione forzata e sono arrivati alle spose bambine”. Poi, sempre nella stessa scuola sono stati organizzati dei giochi di ruolo di Emergency nell’aula magna: “I ragazzi – spiegano gli organizzatori – devono impersonificare i membri di popolazione di diverse zone che hanno problemi a livello di immigrazione, da un paese all’altro, e di fine delle risorse. Inoltre, devono preoccuparsi del fatto che il sole si stia spegnendo. A questo punto gli studenti devono scegliere se farsi la guerra tra di loro o collaborare”. 

Comprensivo Lanino

Poi, la 1VD1 e 1VD2 hanno trattato l’una i diritti dei bambini e l’altra i progetti Unicef. I progetti sono stati realizzati con il supporto delle prof Barbara Mazza e Angela Feraco. “Un po’ di mesi fa – spiegano gli studenti – abbiamo fatto una ricerca riguardante l’Unicef e i diritti dei bambini e abbiamo scelto quello che ci piaceva di più. Poi ci siamo concentrati sui progetti dell’Unicef e li abbiamo esposti. Tra questi quello sull’istruzione, sui minori e sui rifugiati, sull’uguaglianza, sulle vaccinazioni, sull’accesso all’acqua potabile e molti altri”. L’altra classe, invece, si è concentrata solo sui diritti dei bambini, ha fatto una ricerca, l’ha spiegata e ha distribuito dei volantini plastificati con le illustrazioni. Al Bosco Parco della Pertini, poi sono stati allestiti altri stand riguardanti le attività sportive e le arti. Inoltre, altri studenti hanno realizzato degli spettacoli e hanno seguito lo stand del burattinaio Bruno Niemen. 

Comprensivo Lanino

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500