" />

cerca

Consiglio regionale

Vercelli: il Liceo Lagrangia incontra la Consulta femminile

Gli alunni hanno presentato i progetti e il video che realizzeranno

Violenza sulle donne

Gli allievi della IV liceo linguistico e della II A liceo classico del Lagrangia di Vercelli, i futuri ambasciatori del Consiglio regionale del Piemonte, hanno partecipato in videoconferenza all’incontro formativo con la Consulta femminile.

Con gli studenti era presente la professoressa Giovanna Vinci. I progetti di cui hanno parlato riguardano il tema dei diritti umani e della lotta contro la discriminazione e la violenza di genere: “Volgiamo lo sguardo ed ascoltiamo il grido di chi piange in silenzio” e “L’altra faccia della medaglia” è il nome delle iniziative. Il lavoro si svilupperà con ricerche bibliografiche e selezione di materiale sulla condizione femminile con approfondimenti sulle disposizioni di legge e sui fatti di cronaca legati al fenomeno. Poi, alla fine verrà realizzato un video che riprenderà un flash mob rappresentato in uno spazio della scuola. Verrà preparata una campagna di sensibilizzazione al problema rivolta ai giovani. "Si tratta di progetti – ha detto la presidente della Consulta femminile Ornella Toselli - che consentono a studentesse e studenti di incontrare le istituzioni sul tema dei diritti delle donne e del contrasto alla violenza di genere e sono di importanza basilare. Il cambiamento si concretizza proprio attraverso le giovani generazioni che - messe in condizione di conoscere i percorsi che hanno consentito alla donna di ottenere, in talune parti del mondo, un parziale riconoscimento dei propri diritti - sono il fondamento per proseguire nel cammino intrapreso. Per questo siamo soddisfatte di poter contribuire a momenti formativi come quelli di oggi organizzati nell'ambito del progetto ‘Ambasciatori del Consiglio regionale’”. 

Maria Alessandra Parigi, vicepresidente della Consulta, si è detta “orgogliosa di poter riferire in merito alla propria esperienza al femminile, soprattutto in questo periodo storico, in cui le donne hanno dovuto sdoppiare il loro ruolo tra la famiglia e il lavoro. In particolare, sono felice di evidenziare gli spunti di analisi in merito alla legge Golfo/Mosca sull’equilibrio di genere nelle società quotate e alle sue conseguenze per le donne che vorrebbero raggiungere posizioni apicali ed esaminare la delicata questione relativa al fatto che le donne, a livello professionale si occupano ancora poco di economia e finanza" ha concluso Parigi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500