cerca

Emergency

"Se vesciche e calli pensano di fermarmi, si sbagliano di grosso"

L'impresa di Gianpaolo Fattori che arriverà fino a Santiago de Compostela

Gianpaolo Fattori

"38° giorno di Cammino da Casalmaggiore a Santiago de Compostella da Séte ad Agde di 25 km. Esattamente il 30 maggio del 2019, partivo da Canterbury, insicuro ma entusiasta. Oggi sono sicuro di me stesso, ma non nego che manca lo stesso entusiasmo. E la tappa di oggi, di certo non ha aiutato".

Prosegue, non senza difficoltà ma con determinazione, il viaggio di Gianpaolo Fattori verso Compostela: "Non fatevi ingannare dalle fotografie, perché camminavo su un nastro d'asfalto (pista ciclabile), tra una barriera di sabbia e canneti. Vesciche sempre presenti a cui si sono aggiunti i talloni screpolati, e un paio di calletti fastidiosi. Cosa mi stia succedendo non l'ho ancora capito, ma se pensano di fermarmi si sbagliano di grosso. Giusto per i 3 anni, acquistate il mio libro e cacciate il grano per Emergency", consiglia.

Gianpaolo Fattori dal 23 aprile, giorno del suo 64° compleanno, ha iniziato un fantastico cammino dalla sua città, Casalmaggiore, fino a Santiago di Compostela, che lo porterà a percorrere circa 3.000 chilometri a piedi. Per questa impresa, Gianpaolo ha scelto di sostenere il Centro di riabilitazione e reintegrazione sociale di Sulaimaniya di Emergency in Iraq, con l’obiettivo di raccogliere 23.500 euro per regalare 100 protesi alla gamba per le vittime delle mine antiuomo che continuano a martoriare il Paese. Il suo sogno? Dare loro la possibilità di poter camminare e correre nuovamente, per vincere questa guerra che vede come sempre i civili come bersagli.

Per sostenere Gianpaolo Fattori nella sua impresa clicca qui.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500