cerca

Fondo Edo Tempia

Duecento protesi provvisorie per le donne operate di tumore al seno

Consegnate all'ospedale per aiutarle ad affrontare la dimissione

Duecento protesi provvisorie per le donne operate di tumore al seno

Biella: 200 protesi provvisorie donate all’ospedale. Cento erano state consegnate nel 2018 per le donne operate di tumore al seno. L’iniziativa si deve aò Fondo Edo Tempia e bonprix. La multinazionale della vendita per corrispondenza ha così rinsaldato l’alleanza con l’associazione punto di riferimento da quarant’anni per prevenzione, cura e ricerca sul cancro. Il patto va a beneficio del territorio che ospita la sua sede italiana, a Valdengo, e nel dettaglio offre un piccolo e prezioso sostegno alle donne che hanno subito una mastectomia.

Ad accogliere il dono, consegnato da Antonella Pella, responsabile delle risorse umane di bonprix, e da Viola Erdini e Adriana Paduos in rappresentanza del Fondo, sono stati, a nome dell’Asl di Biella, il direttore del dipartimento di Oncologia Roberto Polastri e il chirurgo senologo Massimiliano Bortolini. Le protesi Priform, ideate da Amoena, sono di varie misure, realizzate con materiale morbido e lavabile, e possono essere utilizzate subito dopo l’operazione anche sopra la medicazione.

"Per le pazienti saranno preziose - ha spiegato Viola Erdini, presidente della Fondazione Tempia - perché consentono di affrontare più facilmente il momento della dimissione, potendo farlo senza sentirsi menomate".

"Queste protesi - sottolinea Adriana Paduos, direttore sanitario del Fondo Edo Tempia - sono infatti un aiuto soprattutto psicologico per le donne sottoposte a mastectomia che non possono essere ricostruite per età o presenza di altre malate gravi. La vera chiave che ha consentito di fare chirurgia conservativa e migliorare la sopravvivenza è comunque la diagnosi precoce. Per questo resta essenziale che sempre più donne partecipino alle campagne di prevenzione, come i programmi di screening regionali o le visite specialistiche che mettiamo a disposizione nei nostri ambulatori".

"La nostra azienda - dichiara Antonella Pella, responsabile delle risorse umane del Gruppo bonprix Italia - ha sempre messo al centro della sua politica di welfare il tema della prevenzione, lavorando da anni su progetti specifici a questa tematica. Abbiamo fiducia che la sinergia con il Fondo Edo Tempia possa aumentare conoscenza e consapevolezza sul tumore al seno che ancora colpisce una donna su otto e migliorarne la qualità di vita. Inoltre, bonprix è un’azienda all’80% femminile ed è dunque un nostro dovere far sì che la cultura per gli screening diventi sempre più parte dell’ordinario".

"Nelle pazienti con tumore al seno mantenere l’integrità della figura femminile è fondamentale nel percorso oncologico» spiega Massimiliano Bortolini, senologo del reparto di Chirurgia Generale dell’Asl di Biella. "In quelle di loro che non possono essere
sottoposte a ricostruzione, poter utilizzare immediatamente una protesi esterna agevola il recupero psicologico utile ad affrontare con maggior serenità le eventuali terapie post operatorie".

Roberto Polastri, direttore del dipartimento oncologico dell’Asl di Biella, non nasconde la sua soddisfazione: "Siamo riconoscenti e felici di ricevere questa donazione per la sensibilità dimostrata nei confronti delle nostre pazienti oncologiche, soprattutto in un periodo difficile come quello che stiamo attraversando. Le protesi esterne, ricevute da bonprix e Fondo Edo Tempia, che ringraziamo, migliorano significativamente la qualità del nostro operato, e ci permettono di dare un segnale di continuità della cura anche dopo la dimissione".

Alla cerimonia di consegna del dono sono intervenuti anche Claudio Sasso e Paolo Garavana, rispettivamente direttore sanitario e amministrativo dell’Asl di Biella, Francesco Leone, direttore della struttura complessa di Oncologia dell’azienda sanitaria e Simona Milani, responsabile assistenziale del Dipartimento chirurgico e materno infantile.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500