cerca

Sogin - Piemonte

Seminario nazionale sul Deposito dei rifiuti radioattivi in Italia

"La Regione assicurerà l’attività di analisi, controllo e informazione"

Nucleare

Seminario nazionale sul Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi: sessione dedicata al Piemonte, quella che di oggi, martedì 16 novembre e che proseguirà domani, mercoledì 17. L'iniziativa è promossa da Sogin dopo la pubblicazione della Cnapi (Carta Nazionale delle aree potenzialmente idonee ad ospitare il Deposito e il Parco Tecnologico, pubblicata il 5 gennaio 2021).

Nel corso dell’intervento, propedeutico all’illustrazione del corposo documento, frutto di un’istruttoria fatta dalle strutture tecniche di Regione e Arpa sulla scorta di banche dati, piani e programmi più aggiornati, l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati ha sottolineato: "Ci aspettiamo che Sogin nella successiva elaborazione della Cnai (Carta Nazionale aree idonee, ndr) tenga conto di tutte le nostre osservazioni e le proposte tecniche presentate non solo dalle istituzioni, dagli Enti e dalle associazioni, ma da tutti coloro che si sono spesi per esaminare i documenti e dare così il loro contributo". "Nel prosieguo della procedura che dovrà portare all’individuazione del sito – ha aggiunto l’assessore regionale – la Regione, come previsto dalla legge regionale del 2010 e come già avviene da anni, assicurerà l’attività permanente di analisi, controllo e informazione, attraverso le attività del tavolo della trasparenza e del tavolo tecnico nucleare per garantire che il processo coinvolga tutti i soggetti interessati e si svolga nei tempi e nei modi previsti dalla legge".

"Le osservazioni, che riguardano temi specifici, come sismicità, geologia, idrogeologia, acque sotterranee, trasporti, risorse agricole, aree naturali protette, aree dismesse, industrie “Seveso”, urbanistica e tutela del paesaggio – ha concluso l’assessore -, alla luce dell’istruttoria, portano a considerare tutte le 8 aree tecnicamente non idonee". Il documento, la cui trasmissione a Sogin è stata approvata nel giugno scorso dalla Giunta, contiene osservazioni e proposte tecniche con una duplice finalità: da una parte verificare la corretta applicazione dei criteri utilizzati da Sogin per l’esclusione delle aree potenzialmente idonee ad ospitare il Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi e il Parco Tecnologico (in Piemonte sono ben 8 le aree individuate: 2 in provincia di Torino, 6 in provincia di Alessandria) e dall’altra fornire dati ed elementi di approfondimento per la redazione della Cnai.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500