cerca

L'attesa

Inizia la settimana più lunga: il Piemonte spera nella zona gialla

I numeri sono buoni, ma si decide venerdì

Zona gialla

Inizia la settimana più lunga per il Piemonte. Il monitoraggio della Cabina di regia di venerdì 23 aprile sarà infatti uno dei più attesi da quando è stato istituito l'appuntamento che definisce il colore delle regioni di settimana in settimana. La speranza è ovviamente il passaggio in zona gialla che garantirebbe l'allentamento delle regole a partire da lunedì 26 aprile come annunciato dal Governo lo scorso 16 aprile (leggi qui). Sotto la lente di ingrandimento, quindi, ci sono i dati della regione che dovranno essere all'interno di certi parametri per la "promozione" nella zona considerata a più basso rischio. Secondo gli ultimi aggiornamenti dello scorso fine settimana, il Piemonte ha l'Rt pari a 0,76, in discesa rispetto allo 0,88 di sette giorni prima, e an che l'incidenza è calata notevolmente con 201 casi ogni 100.000 abitanti. Da evidenziare come questo numero sia alzato dai dati delle province di Asti e Cuneo che stanno affrontando la situazione più complicata rispetto alle altre.

Di fatto, quindi, i numeri sono da zona gialla e questo comporterebbe un lento ritorno alla normalità: dal 26 aprile infatti nei territori in fascia gialla vengono consentititi gli spostamenti tra regioni; riaprono al 100% tutte le scuole, anche le superiori; riaprono bar e ristoranti sia a pranzo sia a cena e solo con tavoli all’aperto; via libera all'attività sportiva all'aperto (calcetto, basket e tennis), ma anche musei, teatri, cinema e spettacoli all’aperto e con capienza limitata. L'inizio del coprifuoco rimarrà comunque dalle 22.

La situazione epidemiologica in Piemonte fa ben sperare: la curva è in continua discesa e si presume che ci possa essere un ulteriore miglioramento nei prossimi giorni. L'attesa per il monitoraggio di venerdì cresce, la speranza di ripartire è tanta. Ora non resta che aspettare.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500