cerca

Il comunicato

Le perplessità dei medici su "Azienda Zero"

Il punto di vista di Anaao Assomed

Ospedale medici infermieri

“La decisione della Regione Piemonte di creare adesso Azienda Zero, in piena ondata pandemica, con la campagna vaccinale da gestire, dopo un anno che richiederebbe un’accurata analisi dei fabbisogni e dell’organizzazione del Ssr, ci lascia quanto meno perplessi”. Questo il punto di vista di Anaao Assomed Piemonte, il sindacato dei medici, sulla decisione di procedere con la super Asl, ossia un vero e proprio centro di potere e decisionale della sanità piemontese

“La tempistica è a nostro avviso assolutamente fuori luogo, non ci è chiara ed oggi dovremmo essere qui per parlare di altro – prosegue Anaao Assomed - Azienda Zero prevede una forte deriva verticistica ed aziendalistica, che privilegia il management rispetto ai bisogni, che è scollegata dai territori. Azienda Zero gestirà in parte la logistica, in parte l’assistenza clinica del comparto: una mescolanza di attività poco comprensibile. Capiamo che probabilmente serva uno strumento che coordini meglio le Asl, che abbia un controllo diretto sulle loro attività eche questo strumento necessiti di personale giovane, motivato e qualificato, che adesso nell’assessorato non c’è. Ma allora: che si implementi e arricchiscano le professionalità dell’assessorato. Che si chieda una deroga per assumere competenze, o si utilizzino le modalità previste per il personale di Azienda Zero, senza creare doppioni. In ogni caso il ruolo di coordinamento e di gestione uniforme regionale spetterebbe all’Assessorato”. Tanti sono i punti, secondo i medici, che devono essere presi in esame.

Coordinamento in materia di medicina territoriale

La medicina territoriale è l’ambito dove maggiormente rischia di essere fallimentare la centralizzazione delle decisioni. Deve variare la propria organizzazione a seconda delle peculiarità delle realtà in cui è declinata, deve essere gestita in accordo con i sindaci, con le realtà sociali ed assistenziali esistenti. Deve rispondere a dei bisogni che possono essere completamente differenti tra provincia e città.

Gestione delle procedure di selezione del personale

 È necessario valutare con attenzione la gestione delle assunzioni a livello di Azienda Zero. In questo caso sarebbero indubbiamente favorite le aziende sedi di Università o site nelle grandi città, determinando delle importanti diseguaglianze territoriali in termini di organico. Già ora gli ospedali periferici pagano la scarsa attrattività, e devono utilizzare medici delle cooperative per colmare le carenze. È necessario valutare con molta attenzione il metodo di formazione delle graduatorie, per evitare di depauperare ulteriormente di organico gli ospedali periferici.

Definizione ed attuazione dei piani di acquisto annuali e pluriennali di beni e servizi

 In Piemonte esiste SCR (Società di Committenza Regionale) con l’obiettivo di razionalizzare la spesa pubblica e di ottimizzare le procedure di scelta degli appaltatori pubblici anche per la sanità e che nel 2015, su designazione della Regione Piemonte, è stata iscritta nell'elenco ANAC dei Soggetti Aggregatori: realizza gare pubbliche aggregate, cui sono affidate le gare di acquisto di alcuni beni e servizi. Poi esiste la piattaforma Consip. Poi esistono reti di acquisto di quadrante, con cui le ASL collaborano per gli acquisti. Dunque le fantomatiche economie di scala per gli acquisti esistono già. In quanto sarebbe quantificato l’ulteriore risparmio nel creare acquisti centralizzati in Azienda Zero, rispetto al modello attuale? E che ruolo avrà SCR se ci sarà Azienda Zero?

Supporto tecnico in materia di rischio clinico

È di poche settimane fa la decisione dell’assessorato di recidere il contratto regionale con Il broker, lasciando la gestione del rischio clinico e dei sinistri alle singole aziende. Nonostante le nostre richieste di ripensamento, supportate dalla consapevolezza che nelle aziende non vi siano le competenze adeguate per gestire i sinistri e rapporti con le Assicurazioni, il contratto con un broker unico regionale (chiunque fosse, beninteso) non è stato siglato e le aziende, a dispetto delle sempre famose economie di scala, si sono autonomamente arrangiate. È con piacere che, a danno fatto, apprendiamo l inversione di rotta della Regione

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500