cerca

L'aggiornamento

Si attende il report, ma il Piemonte è sempre più vicino alla zona rossa

Entrerebbe nella fascia a maggior rischio dal 15 marzo

Zona rossa

I dati del pre report sono attesi nella giornata di oggi, ma ormai non sembrano esserci più dubbi: da lunedì 15 marzo il Piemonte passerà in zona rossa e ci rimarrà almeno per due settimane. Oltre all'elevato incremento dei contagi nell'ultima settimana, con una crescita del 48% (leggi qui), ora a far paura sono anche le soglie dei ricoveri: i posti in terapia intensiva hanno già superato il 30%, limite dopo il quale scatta l'allerta, e ora anche i posti letto occupati da pazienti Covid nei reparti di medicina hanno sfondato la soglia d'allarme del 40%. 

La variante inglese si sta diffondendo sempre di più e i contagi, di conseguenza, aumentano. Il limite dei 250 casi ogni 100 mila abitanti è stato già superato e ora anche l'indice Rt si st avvicinando sempre più a 1,25, step in cui tutta la regione passa automaticamente in zona rossa. Insomma ogni dato è in continuo peggioramento come già era stato previsto nella scorsa settimana e il passaggio nella fascia considerata a maggior rischio a partire da lunedì 15 marzo sembra ormai scontato. 

In questo caso chiuderebbero tutte le attività, escluse quelle di prima necessità, e scatterebbe il divieto di uscire di casa se non per comprovati motivi. Insomma, ad un anno di distanza, il ritorno al lockdown dello scorso marzo è sempre più vicino

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500