cerca

Castello di Buronzo

Con-vivere con l’alzheimer: la conferenza il 24 settembre

Iniziativa del Cisas per imparare a cogliere i “segnali” preventivi

Alzheimer demenza

Buronzo: non soffermarsi sulla malattia ma su come si può agire in maniera preventiva. E’ questo il modus operandi che ha deciso di far proprio il Cisas, il Consorzio Intercomunale per i Servizi di Assistenza Sociale sul tema Alzheimer. Nell’ambito della settimana mondiale legata a questa patologia è in programma per sabato 24 settembre una conferenza dal titolo “Con-vivere con l’alzheimer”. L’appuntamento è al Castello di Buronzo dalle 14,30 alle 17,30. Nel corso della giornata interverranno Renato Bottura, geriatra e direttore scientifico della fondazione Mazzali di Mantova, con “Prevenire l’alzheimer si può”. Luca Pozzi educatore professionale de “il Paese ritrovato” di Monza con “Il Paese ritrovato: il modello di cura del primo villaggio alzheimer in Italia”. Davide Gallo, psicologo psicoterapeuta coordinatore alzheimer caffè Torino con “Interventi di sostegno psicologico sulla famiglia e sui caregiver”.

La malattia colpisce sempre più persone e cogliere i “segnali” preventivi può essere importante per intervenire in maniera tempestiva. Fondamentale anche il coinvolgimento delle famiglie e delle persone vicine al malato. "Troppo spesso – spiegano dal Cisas – vi è ancora un rifiuto ad ammettere di essere malati o vi è la tendenza a voler nascondere il problema". In molti casi i malati tendono ad isolarsi e a non effettuare più vita sociale. Per ovviare a questo il Cisas ha riattivato gli "Alzheimer Caffè" a Cigliano e a Santhià: per i malati sarà fonte di stimolazione cognitiva mentre per i familiari verrà effettuata formazione e supporto.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500