cerca

cavaglià

Festa dei Giovani: musica e divertimento, ma anche solidarietà

L'intervista al priore della 504ª edizione Manuel Machieraldo

Festa dei Giovani: musica e divertimento, ma anche solidarietà

Foto di Claudia Photo & Shop dell'edizione 2022

Prosegue la 504ª edizione della Festa dei Giovani di Cavaglià: musica, ballo e divertimento fino al 22 agosto. La manifestazione nata nel 1518 per volontà del duca Carlo III di Savoia, da allora è diventata un appuntamento fisso per l’intera comunità. “Le edizioni da lì sono sempre andate avanti – spiega il Priore 2022 Manuel Machieraldo – gli unici momenti di pausa sono legati al periodo della II Guerra Mondiale e dall’emergenza Covid nel 2021. Perché anche nel 2020, nonostante l’emergenza, qualcosa abbiamo provato a fare perchè la festa è un evento molto sentito da tutti i cavagliesi. Nei dintorni non esistono feste così longeve come la nostra”. Ad organizzare la festa è il Comitato, che ad ogni edizione nomina un Priore (anticamente detto abate) tra gli appartenenti del gruppo con più anni di anzianità di festa, il quale la dedica a due bambini del paese tra i 5 e 10 anni.

Oggi il Comitato è composto da 26 persone, che per Statuto devono lasciare al compimento del 30° anno di età o se si sono sposati: “Anticamente potevano far parte del gruppo solo uomini e i priori potevano essere solo uomini – spiega Machieraldo – e anche il Dedicato poteva essere solo un bimbo maschio. Oggi non è più così. Il Comitato è un gruppo eterogeneo e la prima Priora donna è stata nel 2007, mentre la prima Dedicata femmina è avvenuta nell’edizione 455 del 1973”. La scelta dei Dedicati 2022 è ricaduta su Alessio Macchieraldo e Angelica Nicolello, mentre la sottopriore è la ventitreenne Gloria Clerico, coordinatrice della cucina, mentre Giulio Macchieraldo è il Primo Assistente, con il compito di coordinare il bar.  “Tempo fa avevamo fatto una mostra fotografica della Festa mentre per la 500ª edizione avevamo scritto un libro – prosegue il Priore Manuel – Devo dire che è stato bello vedere la partecipazione di tutta la Comunità che cercando nei propri archivi di casa ha riscoperto le foto dei propri nonni che avevano fatto parte del Comitato. La più antica a cui siamo risaliti è del 1860”.
Ma la festa non è solo ballo e cucina, è soprattutto solidarietà. Il ricavato della manifestazione infatti viene donato alla comunità e alle associazioni del paese, per il restauro di chiese e monumenti o all’asilo del paese: “Nel 2019 ad esempio abbiamo donato la pista di atterraggio dell’elisoccorso per 8300 euro – ricorda il Priore – mentre nel 2020 abbiamo donato 10mila euro all’ospedale di Biella per l’emergenza Covid”. Dunque, dopo due i anni di stop dovuti all’emergenza sanitaria quella del 2022 è la vera festa della ripartenza: “Io sono cresciuto nella festa. Nel 2001 ho fatto il Dedicato e da 12 anni faccio parte del Comitato – conclude Manuel – è impossibile fare il Priore senza il supporto di tutto il gruppo. Questa festa è una cosa che devi sentirti dentro. Il priore lo fai per Lei, perché è una tradizione ed orgoglio del paese a cui nessun cavagliese vuole rinunciare”.

Foto dell'edizione 2022 di Claudia Photo & Shop

Per leggere il programma:https://lasesia.vercelli.it/provincia/2022/08/15/news/festa-dei-giovani-di-cavaglia-il-programma-dei-prossimi-giorni-113188/

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500