cerca

L'opportunità

La Valsesia nella "short list" della Strategia Nazionale per le Aree Interne

Il consigliere Dago: "Verranno investiti oltre 10 milioni di euro"

Valsesia

"Volge al termine il percorso che dovrebbe portare la Valsesia a diventare una delle zone individuate dalla Strategia Nazionale per le Aree Interne, una candidatura espressione del territorio e della politica che ci offrirà strumenti di sviluppo innovativi ai quali attingeremo per dare un nuovo volto alla nostra Valle”.

Con queste parole il presidente della commissione Ambiente del Consiglio regionale del Piemonte, il vercellese Angelo Dago, ha commentato a margine dell’evento “Piemonte cuore d’Europa” l’inserimento della Valsesia nella short list regionale da trasmettere al Governo per la Strategia Nazionale per le Aree Interne. “La Strategia Nazionale per le Aree Interne - spiega Dago - rappresenta una azione diretta al sostegno della competitività territoriale sostenibile che si pone l’obiettivo di contrastare, nel medio periodo, il declino demografico che caratterizza le aree interne italiane. Per aree interne si intendono i territori del paese più distanti dai servizi essenziali come istruzione, salute, mobilità, in cui la popolazione residente è diminuita, così come il livello di occupazione e l’offerta di servizi”.

“L’Area interna della Valsesia e delle Colline del Gattinarese - ha proseguito il presidente vercellese della commissione Ambiente - occupa la porzione centro-settentrionale della Provincia di Vercelli, si sviluppa su una superficie territoriale di 853 chilometri quadrati e comprende 30 Comuni, uniti in due forme associative: quella dell’Unione Montana dei Comuni della Valsesia e la Comunità Collinare Aree Pregiate del Nebbiolo e del Porcino. Un’area legata da forti interessi comuni e servita dalle stesse strutture scolastiche e sanitarie, oltre da un patrimonio caratterizzato da rilevanti risorse ambientali, culturali, archeologiche e storiche”. “Essere inseriti nella Strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne del Paese - ha quindi sottolineato il presidente Dago - significa accedere ad opportunità per lo sviluppo locale e per garantire servizi essenziali di cittadinanza, una vera possibilità di rilancio per un territorio ricco di risorse ambientali e culturali che meritano una valorizzazione. Dal punto di vista economico si tratta di oltre 10 milioni di euro che verranno investiti sulla Valsesia per realizzare progetti le cui priorità saranno definite dagli Enti locali territoriali”.

“Tutti i valsesiani attendono questo momento auspicato anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso della sua visita nel 2016 - ha concluso Dago - La realizzazione di questo percorso di candidatura è frutto del lavoro congiunto tra istituzioni e rappresentanti locali: ho concertato la mia attività di consigliere del territorio con il presidente della Regione Cirio, l’assessore alla Montagna Carosso, il presidente della Provincia Eraldo Botta, il presidente dell’Unione Montana Francesco Pietrasanta e i Comuni. Un ringraziamento particolare va poi al nostro parlamentare di Borgosesia, il leghista Paolo Tiramani. Insieme abbiamo rappresentato al meglio i bisogni della Valle in tutte le sedi istituzionali, dimostrando la nostra volontà di assicurare un futuro di benessere e sviluppo a un territorio meraviglioso”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500