cerca

A Roasio

Frase deplorevole sul manifesto mortuario di un partigiano

Rabbia dell'Anpi: "Chi ha compiuto l'ignobile gesto ripassi la storia"

Roasio manifesto partigiano

Il biglietto apposto a Roasio sul manifesto funebre di un partigiano

Roasio: frase deplorevole sul manifesto mortuario di un partigiano. La rabbia dell’Anpi, l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia di Gattinara che commenta: "Speriamo questi "bravi eroi" capiscano l'ignobile gesto che hanno compiuto e la vigliaccheria di cui si sono macchiati". Di fronte a una morte il rispetto dovrebbe essere garantito, a prescindere dalle ideologie politiche, dal colore, dalla razza o da altre variabili discriminatorie. Ed è proprio il rispetto che nei giorni scorsi è venuto meno. Sul manifesto di un partigiano è apparso un foglietto con sopra scritto a pennarello “è sempre una bella notizia quando muore un comunista!”. 

"Un atto di stupidità assoluta, di ignoranza e cattiveria gratuita - sottolineano dall'Anpi - Le persone responsabili di ciò dovrebbero solamente vergognarsi per aver vilipeso la memoria di chi ha permesso loro di vivere oggi in libertà e anche di potere, nei luoghi da loro frequentati, parlare liberamente di cose di cui neppure sono a conoscenza e che offendono la memoria civile di tutti". Gesto che, a prescindere dall’ideologia politica, fa riflettere, soprattutto in un periodo storico in cui l’ombra della guerra non è poi così lontana dai nostri confini nazionali. "Consigliamo loro un ripasso della nostra storia per capire che i partigiani, a rischio della loro vita, e spesso perdendola, hanno contribuito a un periodo di pace nella nostra Europa, che dura da 77 anni  - concludono dall’Anpi - e che vediamo messo a rischio proprio in questo momento in cui tutti dovremmo essere uniti per difendere questa pace, senza rimarcare dal loro punto di vista queste divisioni che di ideologico forse non hanno nulla, ma di stupido hanno parecchio".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500