cerca

A Santhià

Emergenza Ucraina: la fiaccolata per la pace

In parrocchia in un giorno raccolti 1000 euro e un quintale di cibo

Emergenza Ucraina: la fiaccolata per la pace

Santhià: le bandiere Italiana e quella Ucraina sventolato vicine dal balcone del palazzo comunale. Un ulteriore simbolo di vicinanza verso il popolo ucraino a rafforzare il messaggio di solidarietà lanciato con la fiaccolata per la pace organizzata dal Comune e dalla parrocchia.

Il corteo silenzioso e molto partecipato è partito da piazza Zapelloni percorrendo il centro cittadino fino ad arrivare in piazza Roma. Presenti maggioranza e minoranza consigliare, istituzioni civili e religiose, associazioni, cittadini e tanti bambini e ragazzi, tutti uniti per la pace. Parole intense e toccanti quelle pronunciate dal sindaco Angela Ariotti, dal parroco don Stefano Bedello e dai rappresentanti di altri credi religiosi presenti in città. Su tutti un messaggio: chi semina vento raccoglie tempesta chi semina pace raccoglie amore.

Per l’emergenza in Ucraina, nella sola giornata di mercoledì 2 marzo in parrocchia sono stati raccolti oltre 100 chilogrammi di generi alimentari e 1000 euro di offerte. Toccante il momento in cui in piazza sono risuonati l’inno ucraino e quello italiano: fiaccole levate in aria, commozione. La fiaccolata è poi terminata con un intenso minuto di silenzio in memoria delle vittime di questa guerra. 
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500