cerca

Anpi e Comprensivo

Trino: le iniziative per il giorno della Memoria

Dai lavori grafici e visivi alla mostra fotografica

Giorno della memoria Trino

Uno dei lavori realizzati dagli studenti

"Proprio come un battito d'ali, le esperienze positive spesso non fanno notizia, ma riempiono il cuore di speranza per il nostro futuro e per il futuro dei nostri ragazzi". Lo affermano dalla sezione Anpi di Trino con un post su Facebook in occasione del “Giorno della Memoria” che si sta celebrando con vari appuntamenti a scuola questa settimana e che continuerà domenica 30 gennaio con l’inaugurazione della mostra fotografica.

Dall’Anpi aggiungono: "Siate sempre quella farfalla gialla che vola sopra i fili spinati. Se è purtroppo vero che episodi spiacevoli di ignoranza e violenza si ripetono, è altrettanto vero che molto più numerose sono le testimonianze positive di collaborazione e lavoro per la memoria attiva. Ne abbiamo testimonianza preziosa in questi giorni, anche nella nostra piccola città, con il progetto che dal 2003 portiamo avanti con le scuole. Con i ragazzi delle classi prime della scuola media, stiamo sperimentando un'esperienza legata al “Giorno della Memoria” e l'attenzione, la serietà, l'interesse, la partecipazione dei ragazzi e di tutto il corpo docenti e del preside sono davvero eccezionali".

Dall’Istituto Comprensivo trinese si parla così di questo appuntamento: "”Siate farfalle che volano sui fili spinati”. Con questa celebre frase, Liliana Segre esorta chiunque abbia conoscenza, a parlare, a raccontare e a diffondere ciò che è accaduto in quel tempo, che fu così struggente, violento e disumano. Il 27 gennaio, è una data molto importante, quel giorno del 1945 finì ufficialmente il più grande omicidio di massa della storia, le truppe sovietiche entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz. In quei campi di concentramento gli uomini, le donne e i bambini venivano privati di ogni individualità, tenuti in vita solo fino a quando potevano essere utilizzati come “pezzi da lavoro” ed erano sottoposti a ogni forma di sopruso e violenza. Tali atrocità, non possono essere dimenticate, ed è per questo che ventidue anni fa, con la Legge numero 211 del 20 luglio 2000, venne istituito il “Giorno della Memoria”. In occasione di tale ricorrenza, il nostro Istituto, anche quest’anno, intende rinnovare il proprio impegno, nel difendere la memoria del passato, responsabilizzando e sensibilizzando i bambini ed i ragazzi, che rappresentano il nostro futuro". Ma non finisce qui, perché sempre dal Comprensivo arriva un’altra testimonianza col progetto "Per non dimenticare 2022" col quale gli alunni della classe 5^ A della scuola elementare raccontano e illustrano le vicende legate al grande cuore di Vera, citando la frase di Gabriele Climna da “Storia di Vera: "Le storie vere non sono come le pagine del calendario da staccare con l'anno nuovo, sono storie che restano, perché appartengono a ognuno di noi". 

La sezione di Trino dell’Anpi infine per il “Giorno della Memoria” organizza una mostra fotografica dal titolo "Ricordi di viaggi all'inferno. Mostra fotografica dei lager nazisti". La mostra verrà inaugurata domenica mattina, 30 gennaio, alle 10,30, al Teatro civico, e sarà aperta fino al 6 febbraio, al mattino per le scuole, al pomeriggio dalle 16 alle 17,30 per la cittadinanza. Pier Franco Irico, presidente dell’Anpi, spiega: "Le immagini sono state realizzate da trinesi che nel corso degli anni hanno visitato i diversi campi nazisti. Immagini naturalmente sconvolgenti che dimostrano a quale livello di disumanità era giunto il nazifascismo. Verranno esposti anche i lavori realizzati dagli studenti delle classi prime medie. Nel ricordo del "27 gennaio" l'Anpi, in collaborazione con il Comune di Trino e l’istituto Comprensivo, in settimana ha tenuto nelle aule delle classi prime medie delle brevi iniziative sul significato del “Giorno della Memoria” e sulle leggi razziali fasciste, con il coinvolgimento degli stessi studenti". Alla mostra saranno esposti anche dei lavori grafici realizzati dagli studenti della scuola media trinese sul tema della farfalla gialla di Terezin e con background le musiche e i canti ebraici realizzati sempre dagli studenti. L’accesso è consentito solo col super green pass e indossando la mascherina. L’assessore Silvia Cottali termina: "L’ingresso del mattino è riservato alle scuole che ci auguriamo giungano numerose sul nostro territorio. Si ringraziano l'Anpi e il nostro Comprensivo per il loro costante contributo nel ricordare questa pagina nera della storia, affinché non si ripeta mai più".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500